Quattromila composti chimici nel…

Il database è accessibile…

Alzheimer: fibrille proteine tau…

Le malattie del cervello …

Una Farmacopea con meno burocraz…

L’Istituto Superiore di…

Memoria e capacità cognitive: il…

Secondo un nuovo studio i…

Tumori al rene: promettente la r…

Uno studio verifica la si…

Dolore: i medici potranno sentir…

L'arma segreta dei grandi…

ADUC: USA stanzia 4,5 mld per un…

NeoStem, con base nel New…

Colite ulcerosa: ingerire dei ve…

[caption id="attachment_1…

Biotecnologie dedicate al "sorri…

Secondo un vecchio detto,…

Leucemia linfoblastica acuta phi…

[caption id="attachment_7…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

L’aspetto invecchiato di chi fuma

Secondo un nuovo studio condotto su coppie di gemelli identici ha dimostrato che chi fuma, quanto a caratteristiche facciali e segni, dimostra molti anni in più di chi non fuma. Un’altra freccia nell’arco a favore dello smettere di fumare

Il fumo nuoce gravemente alla salute. E laddove non può l’amore di sé e per la propria salute, si spera possa almeno la vanità: quella che, se già vorrebbe apparissimo più giovani, non ci fa accettare di apparire più vecchi di quello che siamo. E chi fuma, secondo un nuovo studio, appare proprio più vecchio di quello che è in realtà.
E, infine, se lo si appare, può tranquillamente essere che fisiologicamente lo si sia per davvero più vecchi.  Lo studio che fa diventare più vecchi i fumatori è stato condotto dai ricercatori del Departments of Plastic Surgery and Otolaryngology-Head and Neck Surgery, Case Western Reserve University, University Hospitals of Cleveland e pubblicato sulla rivista Plastic and Reconstruction Surgery.
Qui, il dottor Bahman Guyuron, insieme ai colleghi HC Okada, B. Alleyne, K.Varghai e K. Kinder hanno coinvolto 79 coppie di gemelli identici che stavano partecipando al “Twins Days Festival” a Twinsburg in Ohio, a cui sono state scattate delle foto del viso che dovevano poi essere valutate. I gemelli avevano un’età media di 40 anni ed erano in maggioranza di sesso femminile.

Le fotografie dei gemelli sono state scattate da fotografi professionisti in modo che fossero standardizzate. I gemelli sono stati scelti tra quelle coppie in cui solo uno dei due fumava o aveva fumato almeno cinque anni in più rispetto alla controparte.
Tre giudici avrebbero poi dovuto, in cieco, valutare i volti dei partecipanti partendo da una scala utilizzata nel settore estetico per valutare il grado di vecchiaia in base alle rughe e altri segni d’invecchiamento su quattro punti. La scala è chiamata “Lemperle Assessment Scale”.

I risultati delle valutazioni hanno mostrato che i fumatori tendono ad avere sul viso più rughe e altri segni di invecchiamento. Sebbene alcune zone del viso apparissero pressoché identiche tra il gemello fumatore quello non: per esempio le zampe di gallina e le rughe da aggrottamento della fronte; per quel che invece riguarda le borse sotto gli occhi, le rughe intorno alle labbra e le guance mostravano differenze significative. In sostanza, il fumo colpisce di preferenza la zone medio basse del viso.

Questo studio, oltre a suggerisce che chi fuma appare più vecchio, «dimostra anche che una differenza di 5 anni nella storia di fumo può causare differenze notevoli nell’invecchiamento del viso in due gemelli», concludono i ricercatori.

Insomma, se proprio non vogliamo smettere di fumare per la salute, facciamolo almeno per una questione estetica.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!