Sindrome di Down: le staminali d…

Neuroni lenti e con u…

Virus HIV: tracciate le mutazion…

[caption id="attachme…

NGF: in pazienti pediatrici con …

La somministrazione di un…

La ribavirina contrasta la cresc…

[caption id="attachment_6…

Schizofrenia: quale legame con c…

Le persone che hanno una …

#Coronavirus rappresentato come …

Il coronavirus visto come…

Epatite C: in arrivo nuovi farma…

È una macchina, capace di…

Ulcere venose: cambiano radicalm…

Le novità saranno annunci…

Bypass gastrico e diabete: nel f…

In uno studio effettuato …

Un rivoluzionario dispositivo pe…

Il nuovo apparecchio, ogg…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Atrofia cerebrale: scoperta una variante genetica implicata nella degenerazione

Identificata una variante genetica nelle persone affette da decadimento cognitivo lieve associata a tassi accelerati di atrofia cerebrale da un nuovo studio pubblicato sulla rivista Radiology.


La ricerca si e’ concentrata sul gene apolipoproteina E (APOE), il fattore genetico noto piu’ importante per la forma non familiare del morbo di Alzheimer. Dalle osservazioni e’ emerso che i portatori del poco comune allele E’4 esibiscono tassi significativamente maggiori di atrofia rispetto ai portatori dell’allele E’3, variante diffusa e considerata neutrale rispetto al rischio di Alzheimer. L’E’4 accelererebbe il declino, favorendo l’atrofia veloce. Differenze che sono state rilevate in tredici delle quindici regioni cerebrali considerate e coinvolte nelle interruzioni delle reti cognitive caratteristiche del morbo. La ricerca e’ stata condotta da Jeffrey R. Petrella della Duke University School of Medicine.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x