Innovazione in campo nutrizional…

Il test genetico e l’inte…

Campagna UE di prevenzione contr…

Lussemburgo, 14 gen. - In…

cellule nervose: nuovi traguardi…

[caption id="attachme…

Botox viene approvato per la cur…

Il Botox potrebbe essere …

Carcinoma midollare tiroideo: ar…

[caption id="attachment_6…

Obesità: negli USA in soccorso d…

La realtà virtuale i…

Lavoro notturno: e nel corpo si …

Il lavoro notturno getta …

Approvata in Europa l’associazio…

Il farmaco costituisce un…

Diabete: verso una nuova strateg…

La somministrazione di un…

Sclerosi Multipla: casi in aumen…

I casi di sclerosi multip…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Carcinoma: descritti nuovi geni legati all’insorgenza

Un gruppo di scienziati dell’Howard Hughes Medical Institute di New York ha portato alla luce diversi geni, non precedentemente legati allo sviluppo del tumore, che hanno mostrato di predisporre i topi al cancro.


La ricerca, pubblicata sull’ultimo numero della rivista Science, potrebbe aiutare i ricercatori a migliorare le terapie anti-tumorali.p53 Per capire quali alterazioni genetiche partecipano attivamente alla progressione di un tumore, Daniel Schramek e colleghi hanno usato la strategia dell”RNAi in vivo’ per spegnere quei geni ritenuti capaci di rilanciare lo sviluppo del carcinoma a cellule squamose, il sesto cancro umano piu’ comune al mondo. Gli studiosi hanno scoperto sette geni che non erano mai stati collegati prima d’ora allo sviluppo del tumore.

Uno di questi e’ il gene stato miosina-IIa la cui carenza altera la stabilita’ del p53, un noto gene onco-soppressore. Conoscere il ruolo della miosina-IIa nella crescita del tumore potrebbe fornire nuove strade per la diagnosi del cancro e per le terapie.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x