Tumore alla prostata: spesso è s…

[caption id="attachme…

Tumore alle ovaie: spiegati i me…

Uno studio condotto da ri…

Asma grave: a Brescia viene trat…

Eseguito a Brescia il p…

Un biochip ottico come nuovo mar…

[caption id="attachme…

AiFA: antitumorali con prezzi pi…

L'Agenzia Italiana del F…

A Copenaghen si è conclusa la Co…

Il Presidente Onorario …

KLOTHO permette di regolare iper…

[caption id="attachme…

Il presidente dell’EGA auspica u…

I produttori di equivalen…

La "Molecola Trofeo" potrebbe ri…

Alcuni ricercatori hanno …

Allergie alimentari: crescono in…

Cresce l'Europa 'allergic…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Scoperto un ormone che annulla l’effetto “sballo” della cannabis

Un gruppo di ricercatori dell’Inserm di Bordeaux ha scoperto che uno steroide naturale, l’ormone pregnenolone, riduce l’attivita’ del recettore cannabinoide di tipo 1 (CB1) nel cervello, eliminando la sensazione causata dalla Thc, l’ingrediente psicoattivo nella marijuana, e che causa l’effetto intossicante.

Lo studio e’ stato pubblicato sulla rivista Science. Questa scoperta potrebbe portare a nuovi modi di trattare intossicazione e dipendenza da marijuana e potrebbe permettere ai ricercatori di isolare le sostanze a cui si devono gli effetti medicinali della marijuana mentre vengono bloccati gli effetti somatici e comportamentali.

Tetraidrocannabinolo, 3D

Tetraidrocannabinolo, 3D

Gli scienziati hanno studiato il modo in cui sostanza come cocaina, morfina, nicotina e alcol colpivano i neurosteroidi di topi, ossia steroidi prodotti direttamente nei cervelli dei roditori. In particolare, i ricercatori hanno scoperto che il Thc porta a un aumento del pregnenolone, attraverso l’attivazione del recettore CB1.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi