Esercizi aerobici negli anziani …

L'esercizio aerobico aume…

Diabate: legame ad una variazion…

Uno studio internazionale…

Importante studio sull’origine a…

[caption id="attachment_6…

Carcinoma ovarico: poco conosciu…

Arriva senza farsi sentir…

Telethon: potenziale terapia con…

Attivare un sensore capac…

[2.SIN] Malattia di Alzheimer

Prof. Carlo Ferrarese, Di…

Stipsi Cronica: il primo riferim…

Focus sulla patologia i…

[Cordis] Buone notizie per i gio…

Secondo una nuova ricerca…

Morte neuronale: individuata la …

Si chiama chemochina CXCL…

Parkinson e patologie neurologic…

Malattia di Parkinson: …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Scoperto un ormone che annulla l’effetto “sballo” della cannabis

Un gruppo di ricercatori dell’Inserm di Bordeaux ha scoperto che uno steroide naturale, l’ormone pregnenolone, riduce l’attivita’ del recettore cannabinoide di tipo 1 (CB1) nel cervello, eliminando la sensazione causata dalla Thc, l’ingrediente psicoattivo nella marijuana, e che causa l’effetto intossicante.

Lo studio e’ stato pubblicato sulla rivista Science. Questa scoperta potrebbe portare a nuovi modi di trattare intossicazione e dipendenza da marijuana e potrebbe permettere ai ricercatori di isolare le sostanze a cui si devono gli effetti medicinali della marijuana mentre vengono bloccati gli effetti somatici e comportamentali.

Tetraidrocannabinolo, 3D

Tetraidrocannabinolo, 3D

Gli scienziati hanno studiato il modo in cui sostanza come cocaina, morfina, nicotina e alcol colpivano i neurosteroidi di topi, ossia steroidi prodotti direttamente nei cervelli dei roditori. In particolare, i ricercatori hanno scoperto che il Thc porta a un aumento del pregnenolone, attraverso l’attivazione del recettore CB1.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x