Vescica iperattiva: efficace la …

Contro la sindrome de…

Identificato il gene della "feli…

Si chiama Maoa ed e' il g…

Nuovo metodo per ottenere cellul…

Possibile rivoluzione nel…

Sonno disturbato compromette i p…

La scarsa qualità del son…

Second Sight annuncia il success…

E’ la prova per il contin…

Dalla Ginecologia dell’Ospedale …

Unità Operativa Complessa…

DAI POMODORI ITALIANI UNA PILLOL…

[caption id="attachment_9…

Linfoma: un gene chiave implicat…

I risultati di una nuova …

Cure oncologiche e palliative va…

La Società europea di onc…

Infarto del miocardio: uomini pa…

Rispetto alle donne, gli …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Chemioterapia: impianti al palladio per ridurne gli effetti

Impianti metallici che potrebbero ridurre drasticamente gli effetti collaterali della chemioterapia.


L’idea e’ di un nuovo studio dell’Universita’ di Edimburgo e punta sulla collocazione di impianti di palladio direttamente sul cancro del paziente e sull’alterazione della composizione chimica dei farmaci chemioterapici comunemente utilizzati in modo che si attivino esclusivamente quando entrano in contatto con il metallo.   La strategia aiuterebbe a promuovere trattamenti diretti esclusivamente al tumore, evitando effetti collaterali come perdita di capelli, stanchezza e nausea che si verificano quando le medicine sono trasportate dal sangue e uccidono contemporaneamente le cellule sane e quelle cancerogene. La scoperta e’ stata descritta sulla rivista Nature Communications, ma l’approccio dovra’ essere prima testato sugli animali e solo successivamente sull’uomo.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!