Paraplegici: la robotica in aiut…

Un sistema che unisce gli…

SLA: carotenoidi utili nella pre…

Una nuova ricerca suggeri…

Carboidrati: controllare l'indic…

Ridurre il consumo di…

Giovani malati oncologici reduci…

Contrariamente a quanto c…

Progressi nella cura della scler…

[caption id="attachme…

Diabete: quali sono i legami con…

Ci sarebbe un legame tra …

Studio sulle cellule che formano…

[caption id="attachme…

Cannabis: assunta in età adolesc…

La dipendenza da marijuan…

Cure palliative “oltre” i luoghi…

Oltre 3.000, ogni anno, i…

Nuovo metodo per mappare le prot…

Dopo la mappatura del gen…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Chemioterapia: impianti al palladio per ridurne gli effetti

Impianti metallici che potrebbero ridurre drasticamente gli effetti collaterali della chemioterapia.


L’idea e’ di un nuovo studio dell’Universita’ di Edimburgo e punta sulla collocazione di impianti di palladio direttamente sul cancro del paziente e sull’alterazione della composizione chimica dei farmaci chemioterapici comunemente utilizzati in modo che si attivino esclusivamente quando entrano in contatto con il metallo.   La strategia aiuterebbe a promuovere trattamenti diretti esclusivamente al tumore, evitando effetti collaterali come perdita di capelli, stanchezza e nausea che si verificano quando le medicine sono trasportate dal sangue e uccidono contemporaneamente le cellule sane e quelle cancerogene. La scoperta e’ stata descritta sulla rivista Nature Communications, ma l’approccio dovra’ essere prima testato sugli animali e solo successivamente sull’uomo.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi