Al via “GP Open Road”, campagna …

Promosso dall’Associazion…

Sclerosi sistemica cutanea: in G…

Sono incoraggianti i prim…

I prematuri in Italia: rappresen…

La Società Italiana di In…

Un gel per l'alopecia femminile

L'effetto emotivo è desta…

Tumori: scoperto come il corpo i…

Ricercatori dell'Universi…

Asma, in una variante genetica, …

Il 90 per cento dei bambi…

Astrociti al comando delle funzi…

[caption id="attachment_8…

Eccellenza “targata” al reparto …

Una targa prestigiosa -ch…

Fertilita' femminile: dal 2010 u…

Dal 2010 le donne potrann…

I pediatri della SIPPS, Escheric…

Le raccomandazioni dei …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Chemioterapia: impianti al palladio per ridurne gli effetti

Impianti metallici che potrebbero ridurre drasticamente gli effetti collaterali della chemioterapia.


L’idea e’ di un nuovo studio dell’Universita’ di Edimburgo e punta sulla collocazione di impianti di palladio direttamente sul cancro del paziente e sull’alterazione della composizione chimica dei farmaci chemioterapici comunemente utilizzati in modo che si attivino esclusivamente quando entrano in contatto con il metallo.   La strategia aiuterebbe a promuovere trattamenti diretti esclusivamente al tumore, evitando effetti collaterali come perdita di capelli, stanchezza e nausea che si verificano quando le medicine sono trasportate dal sangue e uccidono contemporaneamente le cellule sane e quelle cancerogene. La scoperta e’ stata descritta sulla rivista Nature Communications, ma l’approccio dovra’ essere prima testato sugli animali e solo successivamente sull’uomo.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi