Depressione: uomo e donna, due d…

[caption id="attachment_6…

Grande successo della terza ediz…

[caption id="attachment_2…

La complessa struttura di una ce…

La vita è più complessa d…

Vaccini: si avvicina il traguard…

[caption id="attachment_8…

Vauro per la giornata mondiale d…

..il piacere di connotare…

Fumo in gravidanza: aumento espo…

Le donne che fumano in g…

Cellule staminali tumorali: un m…

[caption id="attachment_5…

Tumore al seno: 500 mila le donn…

Nel nostro Paese vivono p…

Meningite: due nuovi vaccini in …

Due nuovi vaccini possono…

Ruolo cruciale della serotonina …

Il diabete sta diventando…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Citochine: alti livelli predittivi di gravi sintomi

Un gruppo di studiosi del St. Jude Children’s Research Hospital (Usa) ha individuato alcuni fattori immunitari in grado di predire se l’influenza avra’ effetti molto gravi su un paziente.


In particolare, gli scienziati hanno identificato una sorta di “firma” della risposta immunitaria che contraddistingue quei pazienti che hanno le maggiori probabilita’ di sviluppare sintomi influenzali gravi e di rispondere male alle terapie.    La ricerca e’ stata pubblicata sulla rivista American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine. Gli scienziati hanno tracciato e analizzato l’infezione influenzale in 84 individui per 28 giorni: il report si e’ concentrato sulle stagioni influenzali 2009-2010 e 2010-2011.

I pazienti con alti livelli di tre particolari tipi di citochine nelle prime fasi dell’infezione avevano piu’ probabilita’ di sviluppare sintomi influenzali gravi. I partecipanti allo studio avevano eta’ compresa fra 3 settimane di vita e 71 anni.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!