Cancro al seno: su prevenzione e…

Ogni anno in Italia si co…

Incontinenza: cresce l'attenzion…

Dopo la regione Piemonte …

Ictus: un semplice test per calc…

Gli anziani che hanno dif…

Vitamina C: si dimostra in grado…

[caption id="attachment_5…

Fluoro contro carie dei bambini:…

I pediatri dovrebbero app…

comunicato stampa urologia andro…

Presentata in diretta…

Fotografate differenze di tratti…

Ricercatori spagnoli sono…

E' nato il primo bambino italian…

UNA REALE CONCRETA POSS…

Vi piace più il dolce o il salat…

La “Borsa delle Buone Azi…

Malaria: l'efficacia di un farma…

Un farmaco gia' approvato…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Nanofibre per deviare cellule maligne del glioblastoma lontane dal cervello

Un gruppo di ricercatori del Georgia Institute of Technology e’ riuscito a sviluppare una tecnica per “dirottare” le cellule cancerose del glioblastoma lontano dal cervello.


Una delle difficolta’ principali, quando si affronta questo tipo di tumore, e’ che le cellule maligne si spargono in tutto il cervello, seguendo le fibre nervose e i vasi sanguigni, e raggiungendo nuove posizioni. glioblastomaOra, gli studiosi hanno scoperto che questo meccanismo migratorio puo’ essere contrastato: gli scienziati hanno utilizzato una pellicola di nanofibre piu’ sottili di un capello per indurre le cellule a seguire i percorsi delle nanofibre e andare cosi’ lontano dal cervello, dove vengono catturate e uccise. Le cellule, in effetti si attaccano alle nanofibre e raggiungono posizioni piu’ accessibili.

Anche se il cancro non viene eliminato, il nuovo sistema ha ridotto la dimensione dei tumori cerebrali nei modelli animali. Lo studio e’ stato pubblicato sulla rivista ‘Nature Materials’.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!