Le "finte piastrine" in grado di…

Aggregati biodegradabili,…

Ipertensione: un pacemaker cereb…

Nei casi di ipertensione …

Contraccezione al maschile con i…

'Bombardare' con gli ultr…

Tumori del seno: è più efficace …

L'ABT-737 è un innovativo…

Di corsa verso il benessere. Com…

Runner, calciatore, sciat…

Quando correre fa anche del bene

Migliaia di atleti per vi…

Cinque geni responsabili di infi…

ROMA -  Il Messaggero – I…

Lo stent biodegradabile per l’oc…

[caption id="attachment_1…

Leucemia Mieloide: ottime rispos…

Nuove conferme dell'effi…

Metastasi: prevederle con intell…

[caption id="attachm…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Nanofibre per deviare cellule maligne del glioblastoma lontane dal cervello

Un gruppo di ricercatori del Georgia Institute of Technology e’ riuscito a sviluppare una tecnica per “dirottare” le cellule cancerose del glioblastoma lontano dal cervello.


Una delle difficolta’ principali, quando si affronta questo tipo di tumore, e’ che le cellule maligne si spargono in tutto il cervello, seguendo le fibre nervose e i vasi sanguigni, e raggiungendo nuove posizioni. glioblastomaOra, gli studiosi hanno scoperto che questo meccanismo migratorio puo’ essere contrastato: gli scienziati hanno utilizzato una pellicola di nanofibre piu’ sottili di un capello per indurre le cellule a seguire i percorsi delle nanofibre e andare cosi’ lontano dal cervello, dove vengono catturate e uccise. Le cellule, in effetti si attaccano alle nanofibre e raggiungono posizioni piu’ accessibili.

Anche se il cancro non viene eliminato, il nuovo sistema ha ridotto la dimensione dei tumori cerebrali nei modelli animali. Lo studio e’ stato pubblicato sulla rivista ‘Nature Materials’.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x