Nobel per la medicina: assegnato…

Nobel per la Medicina a t…

Monito OMS all’Europa: entro il …

Ad Antalya, Turchia, si c…

Epatite C: Min. Salute intende c…

Con un emendamento alla L…

FOFI e ALLIANCE HEALTHCARE ITALI…

 Altre 14 farmacie d’emer…

Padova: selezione spermatozoi pe…

Un bimbo e' gia' nato e u…

Probiotici ‘amici del cuore’ aiu…

Studi clinici illustrati …

"Faccia da Toast" - Un laborator…

26 settembre 2014 ore 13,…

Tumori: il Veneto prima regione …

Per scoprire un tumor…

La vitamina C efficace se si ass…

[caption id="attachment_1…

Da scarti di pomodori e spremitu…

Nei rifiuti non sono cont…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Proliferazione cellule cancerose in condizioni di ipossia: descritto il processo molecolare

Un nuovo studio ha identificato il processo molecolare che porta le cellule del cancro a prosperare in aree del tumore in cui c’e’ poco ossigeno (ipossia).


La scoperta proviene da un gruppo di ricercatori del The Ohio State University Comprehensive Cancer Center ed e’ stata oggetto di una ricerca pubblicata sulla rivista ‘Cell Metabolism’. Lo studio si concentra su come le cellule del cancro usano l’amino-acido glutamina, il piu’ comune amino-acido trovato libero nel flusso sanguigno.cancer_research Con normali livelli di ossigeno, le cellule in salute lo usano per produrre energia, insieme a una piccola quantita’ di acidi grassi e lipidi. Ma quando i livelli di ossigeno calano, nelle aree in cui sta crescendo un tumore, la condizione ipossiva attiva un gene, chiamato HIF1, che fa scattare un processo in cui la glutamina smette di produrre energia e inizia a sintetizzare lipidi necessari alla proliferazione cellulare del tumore.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!