Alzheimer: la vitamina B, utile …

Assumere una pillola di …

Fumo passivo: parte dalla Svizze…

Divieti di fumare più res…

Diabete nel mondo: Boehringer ed…

Boehringer Ingelheim e El…

Lotte ai tumori: la nuova onda d…

(di Umberto Veronesi) Da …

Approvato olodaterolo in monosom…

·  Studi di Fase III hann…

Malattie cardiache in età pediat…

I neonati messi al mondo …

Pubblicazione su Nature sulla ma…

Nature pubblica oggi onli…

Cellule staminali: approvata pri…

Per la prima volta una te…

Ad Agrigento un convegno per par…

I biosimilari sono farmac…

Procreazione assistita: autorizz…

[caption id="attachment_5…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Sistema immunitario in rivolta nella mamma potrebbe rivoltarsi contro il feto

Quando il sistema immunitario della mamma e’ iperattivo a causa di una infiammazione, il bebe’ maschio in crescita nella pancia rischia maggiormente di sviluppare disturbi cerebrali anche nel corso della vita.


Lo ha scoperto un nuovo studio della Johns Hopkins University pubblicato su ‘Brain, Behaviour and Immunity’. I risultati della ricerca ottenuti su modelli murini rivelano che i feti di topi – principalmente maschi – mostrano segni di danni cerebrali anche durante l’eta’ adulta quando sono esposti nel grembo materno ad un sistema immunitario in “overdrive” per una grave infezione o malattia. sistemaimmunitarioDati che suggeriscono che alcune malattie neurologiche come schizofrenia o autismo potrebbero trarre origine dall’esposizione prenatale a risposte immunitarie infiammatorie. La parte del cervello relativa alla memoria e alla navigazione spaziale (ippocampo) e’ apparsa piu’ piccola sul lungo periodo tra la prole maschile esposta al sistema immunitario iperattivo della mamma topo nel grembo.

I maschi hanno rivelato anche un minor numero di cellule nervose nel cervello, oltre a possedere un tipo di cellula immunitaria che generalmente non e’ presente nell’organo.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi