Tessuti al microscopio in 3D: nu…

Nuova rivoluzione in arri…

Tè freddo, dissetante ed estivo,…

Fresco, dissetante, un pi…

Tumore al seno: 500 mila le donn…

Nel nostro Paese vivono p…

L'insonnia ed il suo volto

L'insonnia ha un impa…

Osteoporosi: studio corna di cer…

Dalle corna di cervo una …

About Pharma Digital Awards: “La…

Roma, 10 novembre 2014 – …

Farmaco anticolesterolo riduce e…

Il farmaco anti-colester…

Crollano i ricoveri per le compl…

Invariato invece il tas…

Superager, persone anziane col c…

Nonostante abbiano gia' s…

Contro l'Atrofia Muscolare Spina…

Certe malattie sono causa…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tempi di reazione lenti associati a morte precoce

Avere tempi di reazione lenti in mezza eta’ potrebbe essere un fattore indicativo di morte precoce, secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Plos One.


I tempi di reazione rallentati aumenterebbero il rischio di morire presto, sostiene la ricerca condotta dall’Universita’ di Edimburgo su un campione di piu’ di cinquemila persone con eta’ compresa dai 20 ai 59 anni, seguiti e analizzati per un periodo di quindici anni.sensori
Al termine dell’indagine un totale di 378 partecipanti e’ deceduto. Ma quelli con i tempi di reazione iniziali piu’ lenti avevano il 25 per cento in piu’ di probabilita’ di morire per qualsiasi causa entro quindici anni dall’avvio dei test rispetto a quelli con tempi di reazione medi.

I tempi di reazione, evidenzia lo studio, rivelano molto del funzionamento del sistema nervoso centrale e di altri sistemi del corpo

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi