Sindrome di Beckwith-Wiedemann: …

Luce sui meccanismi alla …

Proteine: il percorso che le por…

Identificato un percorso…

Quattromila composti chimici nel…

Il database è accessibile…

Il rame per combattere le infezi…

Alcuni ricercatori nel Re…

Cellule staminali: scoperta una …

Le cellule staminali potr…

Test farmaci antimicrobici ideal…

[caption id="attachme…

Terapia ormonale sostitutiva, pr…

La terapia ormonale s…

Euromelanoma Day 2011: lunedi' 1…

Le donne sopravvivono meg…

Trapianto di reni: migliori gli …

Rispetto a lunghe e frequ…

Per le malattie coronariche pros…

Nei pazienti colpiti da i…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Trapianto rene: il donatore non rischia insufficienza renale

Secondo un nuovo studio condotto dal John Hopkins Medicine, pubblicato sulla rivista Journal of American Medical Association, i rischi di avere complicazioni renali per un donatore di reni, sviluppate dall’organo residuo, sono piu’ bassi di quelli della popolazione generale, anche in confronto alle persone che hanno entrambi gli organi.


La ricerca ha mostrato che il tasso di insufficienza renale dei donatori, infatti, era di circa 90 su 10mila, contro 326 su 10mila nella popolazione generale dei non donatori.kidney anche l’etnia sembra pero’ giocare un ruolo importante. A distanza di 15 anni dalla donazione, il tasso di insufficienza renale era di circa 51 su 10mila nei donatori afro-americani e 23 su 10mila nei donatori bianchi. Per arrivare a queste conclusioni gli scienziati hanno analizzato i dati di tutti gli adulti americani che hanno donato un rene fra aprile del 1994 e novembre 2011, per un totale di 96.217 soggetti.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x