[Cordis]Perché i giovani sono pi…

[caption id="attachment_3…

Tessuti vascolari in 3D riprodot…

I circuiti "scolpiti" a 3…

Studio identifica un nuovo gene …

[caption id="attachment_1…

Nuovo approccio per la terapia a…

[caption id="attachment_1…

Vedere o sentire: per i neuroni …

Gli schemi di attivaz…

Fondazione Maugeri: nasce la Bio…

Inaugurata la Biobanca ti…

Alzheimer: diagnosi precoce graz…

I primi sintomi dell'Alz…

Teva: 6 siti produttivi e progra…

“The Italian-Israeli Bu…

Epilessia: causa misteriosa nei …

Grazie a una nuova tec…

Declino cognitivo: semplice test…

Con un semplice esame d…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Meningococco B: la vaccinazione esiste, è inammissibile non disporne!

LIBERI_DEF21 marzo 2014 – “Mi unisco al dolore dei familiari della piccola Azzurra, stroncata a soli 11 anni, in poche ore, da una meningite fulminante da meningococco, ed esprimo la vicinanza e la solidarietà del Comitato nazionale contro la Meningite e di tutti coloro che vi fanno parte che, come i genitori della piccola di Casalmaiocco, hanno perso tragicamente i loro bambini a causa di questa impietosa infezione”. Queste le parole di cordoglio che Amelia Vitiello, presidente del Comitato nazionale contro la Meningite, rivolge alla famiglia della bambina scomparsa per meningite meningococcica nel Lodigiano.


“Si tratta del secondo caso di meningite verificatosi in Lombardia nell’arco di pochi giorni: il dolore per la scomparsa, lo scorso 11 marzo, di Roberto, il diciottenne di Sesto San Giovanni, è in noi ancora vivo. Per entrambi, Azzurra e Roberto, le condizioni di salute sono precipitate in poche ore, poiché la meningite è un’infezione dall’evoluzione rapidissima, che esordisce improvvisamente e provoca conseguenze devastanti. Ma occorre sapere”, precisa con fermezza Vitiello, “che esistono tutte le condizioni per poter prevenire la malattia. L’offerta vaccinale contro tutti i ceppi del batterio oggi è completa e finalmente oggi anche l’Italia dispone di un vaccino assolutamente sicuro contro il meningococco B, il sierotipo più aggressivo e letale.

Possediamo, dunque, tutte le armi necessarie per contrastare la meningite: è inammissibile non disporne e lasciare che i nostri figli possano ancora morire a causa di una malattia prevenibile! È nostro dovere e responsabilità utilizzare tutti gli strumenti preventivi disponibili: la prevenzione è un diritto di ogni cittadino e genitore, come sancito anche dal Piano Nazionale Vaccini; un diritto fondamentale, quello alla salute, che non possiamo negare a coloro che dipendono dalle nostre scelte e che sono, fra l’altro, i soggetti maggiormente a rischio. Il prossimo 24 aprile”, ricorda Amelia Vitiello, “ricorrerà la Giornata Mondiale contro la Meningite, in occasione della quale il nostro Comitato promuoverà importantissime attività informative sulla patologia, i rischi, l’importanza della diagnosi tempestiva, le modalità di accesso alla vaccinazione. Chiediamo alle istituzioni, ai medici e ai media di unirsi a noi nella diffusione di un’informazione comune sull’importanza e l’efficacia preventiva dei vaccini, che orienti correttamente i genitori e l’opinione pubblica. Questo è il progresso al quale miriamo”.

E conclude: “Abbiamo, tra l’altro, appena ricevuto notizia ufficiale dell’inclusione del vaccino contro il MenB nel Piano Vaccinale della Gran Bretagna. Auspichiamo di poter dare molto presto la stessa notizia anche in Italia: solo in questo modo sarà possibile evitare altre morti come questa”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!