Malattie cardiovascolari prima c…

[caption id="attachment_8…

Sordita': danno ossidativo causa…

La perdita dell'udito che…

Favismo: ricerca Telethon trova …

Un sorprendente link gene…

L'epilessia non è una malattia p…

35° Congresso LICE – Lega…

Calcoli renali: abuso di bevande…

Bere bibite gassate e…

#Gyneconetmeeting: Quello che le…

Auditorium Fidia Farmaceu…

Progesterone in gel: rischio di …

I risultati di uno studio…

"Stum", il gene che ci regala la…

Il suo nome viene da "stu…

Tumori: la caffeina alleata dell…

Le creme solari del futur…

FIMP - Dermatite atopica in età …

La FIMP: “C’è bisogno di …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Obesità e insonnia: negli adolescenti mette il cuore a rischio

Gli adolescenti obesi che non dormono a sufficienza potrebbero aumentare il rischio di soffrire di patologie cardiometaboliche rispetto ai coetanei che trascorrono lunghe notti serene e riposanti, secondo un nuovo studio pubblicato sul Journal of Pediatrics coordinato da Heidi IglayReger dell’Universita’ del Michigan.


La ricerca ha dimostrato che i modelli tipici e individuali del sonno dei teenager obesi costituiscono un forte fattore predittivo del rischio cardiometabolico.   Dai dati raccolti su un campione di 37 ragazzi obesi dagli 11 ai 17 anni non e’ possibile chiarire se sia l’obesita’ a disturbare il sonno o viceversa, in ogni caso l’influenza delle due componenti sulla salute cardiometabolica e’ emersa in maniera evidente. “La robusta associazione rilevata tra durata del sonno e rischio cardiometabolico, indipendentemente dall’attivita’ fisica – ha spiegato Iglay Reger – suggerisce un potenziale e significativo impatto della qualita’ del sonno sulla salute metabolica degli adolescenti obesi”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x