Anche 'in vitro' gli embrioni va…

[caption id="attachment_5…

Fecondazione assistita: 4.000 le…

Non si ferma il turismo d…

Tumori: una proteina in grado di…

Il corpo possiede una sor…

"Cinetosi" ovvero il mal d'auto:…

I rimedi farmacologici e …

La complicanza-tabu’ della donn…

L’intervento di Katherine…

Fotografato il senso di colpa, l…

[caption id="attachment_9…

Tumore ovarico: meno decessi con…

Lo svela uno studio itali…

Fumo passivo: test a San Siro ri…

Il fumo passivo minaccia…

Il cranio umano: la reale evoluz…

Gli antropologi hanno a l…

Mammografia: meglio se effettuat…

Prosegue il dibattito a c…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Sindrome da crescita eccessiva: una mutazione alla base della disfunzione

Un gruppo di scienziati dell’Institute of Cancer Research di Londra ha scoperto che alcune mutazioni in uno specifico gene associato alla leucemia potrebbero essere legate a una condizione patologica, recentemente descritta, che colpisce la crescita e lo sviluppo intellettuale dei bambini.


La ricerca e’ stata pubblicata sulla rivista ‘Nature Genetics’. Le mutazioni sono state individuate nel gene metiltransferase del Dna (DNMT3A) di tredici bambini.genetic_test
Tutti i bambini erano piu’ alti rispetto ai coetanei, condividevano caratteristiche facciali simili e soffrivano di disabilita’ intellettive. Le mutazioni non erano presenti nei loro genitori. La nuova condizione e’ stata chiamata “sindrome DNMT3A di crescita eccessiva”.

Il gene DNMT3A e’ cruciale per lo sviluppo perche’ entra in quel processo genetico legato alla metilazione con cui si determina quando, e dove, un gene si attiva. Gli scienziati hanno inoltre scoperto che le mutazioni nel DNMT3A si verificano in alcuni tipi di leucemia, ma non vi e’ finora alcuna prova che i bambini con mutazioni nel DNMT3a siano a maggior rischio cancro.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x