Diabete di tipo 2: gli asparagi …

Nella frittata, nel risot…

Tumore alla prostata: recidiva c…

La valutazione dettagliat…

Testosterone sarà la contraccezi…

[caption id="attachment_5…

Vaccino: tutto quello che bisogn…

Un esperto parla del vacc…

La "sesta base" del DNA e le spe…

Quella che è stata battez…

Scoperto il segreto della 'droga…

[ANSA]Comune a molte form…

Frutti rossi: due o tre porzioni…

Due o tre porzioni di fr…

Malaria: alcuni batteri presenti…

Le persone con limitata v…

Pediatria: no ai mucolitici sott…

La Societa' Italiana di P…

Gravi disturbi del sonno e la re…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cervello: trovato un nesso tra materia bianca e salute cognitiva

Un gruppo di scienziati del Sanders-Brown Center on Aging dell’Universita’ del Kentucky ha trovato una connessione tra la salute della materia bianca, il tessuto cerebrale che supporta le funzioni cognitive, e la presenza di demenza in persone con la sindrome di Down.


Come si legge sulla rivista Neurobiology of Aging, gli scienziati si sono focalizzati sui cambiamenti che avvengono nella materia bianca tramite risonanza magnetica per immagini.    Gli studiosi hanno confrontato la salute della materia bianca cerebrale di un gruppo di soggetti e quanto fortemente questa connettesse differenti parti del cervello. I risultati indicano un deterioramento della integrita’ della materia bianca che si poteva commisurare alla salute cognitiva del soggetto.

Gli scienziati hanno coinvolto un gruppo di pazienti con sindrome di Down ma non demenza, un gruppo con sindrome di Down e demenza e un gruppo di controllo costituito da persone sane. Le persone con sindrome di Down che avevano migliore coordinamento motorio e miglior apprendimento e memoria erano quelle che avevano una maggiore salute delle connessioni della materia bianca frontale.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!