Gruppo Ictus Emiplegia Onlus, la…

Tra i servizi, una linea …

Fecondazione Eterologa: Raggiunt…

“Adesso è ufficiale. Sono…

Artrite reumatoide: l'uso di sta…

L'interruzione della tera…

Malaria: trovate proteine resist…

Una ricerca del Johns Ho…

Telethon dice stop alle emorragi…

[caption id="attachment_9…

Doppel: la proteina dai due volt…

[caption id="attachment_1…

Neuromielite ottica: effettuato …

Un trapianto di midollo c…

Uso di antibiotici e l'MRSA: ric…

Ricercatori che stavano s…

Premiate le foto vincitrici del …

Centinaia gli iscritti al…

Stress ossidativo: Telethon svel…

Dalla ricerca Telethon su…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alcol e fumo aumentano di venti volte i casi di cancro alla bocca

La combinazione tra fumare ed eccedere nel bere espone a un rischio di ammalarsi di carcinoma orale di oltre 20 volte superiore rispetto a quello di un non fumatore-bevitore.


Il dato arriva dall’ottava edizione dell’Oral Cancer Day organizzata da Fondazione ANDI onlus dedicata alla prevenzione del tumore del cavo orale. Ottava forma tumorale più diffusa al mondo, il carcinoma orale in Italia colpisce ogni anno 6.000 persone con un tasso di mortalità, a 5 anni dalla diagnosi, di oltre il 70%.  Quando però il carcinoma è rilevato e curato nella sua fase iniziale, è possibile ottenere una guarigione completa e avere uno standard di sopravvivenza dell’80%, consentendo inoltre interventi meno invasivi per il volto e per il cavo orale.

Fondamentali fattori di rischio per l’insorgere del tumore del cavo orale sono l’esposizione ad agenti virali, il fumo e l’abuso di bevande alcoliche e superalcoliche.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi