Auxina: scienziati scoprono come…

Un progetto di ricerca fi…

Il disagio dell’incontinenza si …

L’importante è non nascon…

Radioterapia: nanoparticelle per…

Con l’utilizzo di nanopar…

La FIMP: “Arriva l’estate! Genit…

Le ‘7 regole d'oro’ d…

Un test innovativo per i tumori …

Roma, 27 ott. - Parte da …

Giovani malati di cancro: nuove …

Un progetto dell’UE ha co…

Diabete di tipo 2: con la dieta …

Il diabete di tipo 2, qu…

PILLOLA E DEPRESSIONE. COSA C’È …

La SIC-Società italiana d…

AIDS: con terapia precoce le asp…

In Sudafrica, le pers…

Alzheimer: tra i segnali d'allar…

[caption id="attachme…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Amigdala più estesa nei bambini ansiosi

I bambini ansiosi hanno centri cerebrali della paura piu’ estesi. A rivelarlo, un nuovo studio della Stanford University School of Medicine pubblicato sulla rivista Biological Psychiatry.


Secondo gli scienziati, alterazioni nello sviluppo dell’amigdala, un centro della paura chiave per il cervello, durante l’infanzia potrebbero aver avuto un’importante influenza nello sviluppo di problemi legati agli stati ansiosi. amigdalaGli scienziati hanno reclutato 76 bambini dai 7 ai 9 anni, eta’ in cui i tratti e i sintomi legati all’ansia possono essere identificati in modo molto attendibile.

I genitori dei bambini hanno completato le valutazioni volte a misurare i livelli di ansia dei bambini, e questi ultimi sono stati poi sottoposti a risonanza magnetica per imaging della struttura e funzionalita’ del cervello. Gli scienziati hanno trovato che i bambini con alti livelli di ansia avevano un volume piu’ esteso dell’amigdala e una maggiore connettivita’ con altre regioni cerebrali responsabili per l’attenzione e la percezione emotiva, rispetto ai bambini con bassi livelli di ansia.

La regione piu’ estesa era la parte basolaterale dell’amigdala, una subregione dell’amigdala implicata nell’apprendimento tramite paura e il trattamento delle informazioni legate alle emozioni.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi