Tumori: linfociti T ingegnerizza…

Le cellule staminali del …

Ancora un passo in avanti nella …

ALT- Associazione per la …

Lo "stato assorbente" delle fibr…

Un team di ricercatori te…

Diatomee marine: il successo evo…

Nonostante la loro onnipr…

Genetica e asma: riflessioni

[caption id="attachment_1…

"Cintura dializzante": il futuro…

[caption id="attachme…

Lievito di birra: ricerca lo coi…

(AGI) - Udine, 19 nov. - …

La sensibilita' al dolce grazie …

[caption id="attachment_7…

Merck Serono: nuove sfide per la…

Roma, Italia, 02 apri…

Autismo: ideata una scala per ri…

Una scala per monitorare …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Connessione tra salute cardiovascolare e deficit cognitivo

Le persone che hanno una cattiva salute cardiovascolare hanno un maggior rischio di soffrire di deficit di memoria e apprendimento.


Secondo un nuovo studio comparso sulla rivista Journal of the American Heart Association, infatti, la salute cardiovascolare puo’ giocare un ruolo importante nel declino cognitivo.Alzheimer Il rischio di sviluppare problemi cognitivi e’ piu’ alto tra le persone che hanno una scarsa salute cardiovascolare, rispetto a quelle che sono in condizioni intermedie oppure ideali. La ricerca del Brigham Young University Department of Health Science di Provo, Utah, ha esaminato dati relativi a 17.671 persone con eta’ superiore a 45 anni che riportavano di avere normali funzioni cognitive e senza nessuna storia di ictus.

A distanza di quattro anni, gli scienziati hanno valutato le funzioni mentali dei volontari. I risultati dei test anno mostrato che i soggetti con punteggi di salute cardiovascolare piu’ bassi avevano un alto rischio di sviluppare deficit nell’apprendimento e nelle funzioni cognitive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: