Scoperto il gene del sonno

I dormiglioni da oggi han…

83° Congresso Nazionale della So…

Dall’ 83° Congresso Nazio…

Immunologia: percorso formativo …

Al via il corso di perfez…

Tumori: Tra le prime cause raggi…

Le polveri di legno e i r…

Nuova luce sul ruolo degli ormon…

[caption id="attachment_6…

Peperoncino: sarà l'ingrediente …

Il peperoncino è in grado…

Sativex, cannabis terapeutica, a…

Il “Sativex" disponibile …

Sindrome di Sjogren aumenta risc…

Un nuovo studio presentat…

L'effetto 'gelo' per distruggere…

[caption id="attachment_6…

Miopia: scoperti i geni della 'v…

Scoperti i geni della "vi…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer: l’esercizio fisico da solo riesce a dimezzare rischio di demenza

Basta un’ora di esercizio fisico alla settimana per dimezzare il rischio di sviluppare il morbo d’Alzheimer.

Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori della Cambridge University in uno studio che ha portato alla classificazione dei sette fattori di rischio che riguardano lo stile di vita che aumentano le probabilita’ di sviluppare la demenza. Secondo lo studio pubblicato sulla rivista Lancet Neurology, un caso di demenza su 3 potrebbe essere evitato se si aumentano i livelli di attivita’ fisica e se si riduce il fumo, e se si prendono provvedimenti contro problemi di salute come diabete e obesita’.alzheimer

Si tratta del primo studio che ha quantificato l’impatto combinato dei fattori di rischio dello stile di vita sul rischio demenza. Dai risultati e’ emerso che l’esercizio fisico e’ la piu’ grande protezione che abbiamo contro la malattia. Chi fa meno di un’ora di esercizio fisico a settimana, secondo quanto rilevato dai ricercatori, ha l’82 per cento di probabilita’ in piu’ di sviluppare la demenza.

Essere obesi nella mezza eta’, invece, aumenterebbe il rischio di sviluppare l’Alzheimer del 60 per cento, mentre la pressione sanguigna alta aumenterebbe il rischio del 61 per cento. Il fumo, invece, aumenterebbe il rischio demenza del 59 per cento, mentre il diabete del 49 per cento. In pratica, le conclusioni dello studio dimostrerebbero che stili di vita sani che aiutano a mantenere una buona salute cardiaca proteggono anche il cervello. “Anche se non esiste un unico modo per prevenire la demenza, potremmo essere in grado di adottare misure per ridurre il nostro rischio di sviluppare demenza in eta’ piu’ avanzata”, hanno concluso i ricercatori.

Archivi