Progetto Athena scopre il segret…

Ricercatori del progetto …

Ingegneria dei tessuti: vene bio…

Scienziati americani hann…

Endometriosi: fino al 10% posson…

L'endometriosi è una pato…

I dati relativi all’impiego, in …

Milano, 29 ottobre 2013 –…

Farmaci tiroide: raccomandazioni…

'Fino a quando non sarann…

PSA e tumore alla prostata: occh…

Ogni anno in Italia si re…

Un disordine dell'orecchio potre…

Disordini dell'orecchio i…

Cattivo umore: non è sempre nega…

Essere scontrosi e di cat…

Neuroni: scoperto il meccanismo …

E' possibile produrre piu…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ebola: concreto il legame tra virus e commercio illecito di carni selvatiche

L’epidemia del virus Ebola in Africa occidentale potrebbe essersi diffusa anche grazie al commercio illegale di carne di animali selvatici.

E’ l’ipotesi che si sta facendo largo in Gran Bretagna – riporta il ‘Telegraph’ – lanciando l’allarme sulla possibilità che questi traffici alimentari illeciti di animali selvatici contagiati possano essere un rischio anche per il Paese.em_ebola Il virus infatti può propagarsi all’uomo anche con il contatto con gli organi interni e i fluidi degli animali malati.

Questo tipo di ‘prelibatezze’ esotiche (scimmie, gorilla, scimpanzé, antilopi) sono molto ricercate in Africa, ma hanno estimatori anche in Europa, soprattutto tra le comunità africane. Ogni anno sono 7.500 le tonnellate di carne di animali selvatici importate in Gran Bretagna, secondo l’associazione animalista ‘Born Free Foundation’.

Secondo il critico gastronomico Charles Campion “gli immigrati africani in Gran Bretagna comprano questa carne al mercato nero”, che spiegato al ‘Telegraph’ come questo fenomeno sia in ascesa. Secondo Will Travers, presidente di ‘Born Free Foundation’ “il governo britannico dovrebbe fare di più per evitare che questo tipo di lascia l’Africa e arrivi nel Paese. Servono – aggiunge – sanzioni più elevate per chi importa questi prodotti”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!