Disfunzione erettile: 3 milioni …

Vive il proprio disagio c…

Il daltonismo trattato con terap…

[caption id="attachme…

Cancro: scoperti i geni nemici d…

[caption id="attachme…

Albumina nelle urine: predittiva…

[caption id="attachment_8…

Apnee notturne possono rappresen…

Fatica a respirare du…

Rilpivirina è stata approvata in…

Beerse, Belgio, 28 No…

Divisione cellulare: svelato il …

[caption id="attachment_5…

Ultrabatteri: i ceppi resistenti…

Invulnerabili a quals…

Cannabis (THC) in monoterapia no…

La cannabis non e' effica…

Integratori contenenti il DMA po…

Se contengono dimetilam…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Diabete e gastroparesi: studi incoraggianti su topi transgenici, trattati con monossido di carbonio.

Diabete di tipo II

Diabete di tipo II

ScienceDaily – Mayo Clinic – i ricercatori hanno dimostrato che inalazioni di dosi molto basse di monossido di carbonio in topi transgenici diabetici migliorano la condizione nota come gastroparesi o ritardato svuotamento gastrico, una complicanza comune e dolorosa per molti pazienti diabetici. I risultati presentati il 1 giugno al Digestive Disease Week a Chicago.

“Questa è una constatazione importante, in quanto dimostra che la perdita dell’enzima che rende il monossido di carbonio il protagonista in questo processo e che ci fornisce un chiaro approccio verso una possibile nuova terapia per affrontare questa patologia”, spiega Gianrico Farrugia, MD, gastroenterologo alla Mayo Clinic e capo supervisore della ricerca.

La Gastroparesi si verifica quando il cibo non digerito sosta nello stomaco per lunghi periodi. Solo dopo che il cibo arriva all’intestino tenue, l’insulina viene rilasciata. Poiché il passaggio del cibo nel tratto digestivo diventa imprevedibile, il mantenimento di un adeguato livello di glucosio nel sangue – critico per il controllo del diabete – diventa anche difficile. Le Gastroparesi possono causare dolore, nausea, vomito, spasmi allo stomaco e perdita di peso a causa della incapacità di assimilare abbastanza nutrienti. In alcuni pazienti con diabete,anomali elevati livelli di glucosio nel sangue causano cambiamenti chimici nel sistema nervoso e in cellule importanti, che regolano i processi digestivi nello stomaco, e dei danni ai vasi sanguigni che portano ossigeno e nutrimento alle cellule.


Da precedenti studi condotti dalla squadra di ricercatori della Mayo, è emerso che la gastroparesi è associata alla perdita di regolazione dell’eme-ossigenasi-1 (HO1) e ad un aumento di stress ossidativo. La gastroparesi inoltre determina una perdita di controllo delle funzioni delle cellule interstiziali di Cajal, che regolano la contrazione muscolare nel tratto digestivo. Quando si riesce a riprendere il controlo dell’ HO1, i segni da stress ossidativo si riducono e la gastroparesi ridotta.


Il metabolita che normalizzata le funzioni gastriche non era conosciuto. Sospettando del monossido di carbonio, i ricercatori della Mayo hanno condotto i loro studi su dieci topi transgenici con diabete che hanno manifestato ritardato svuotamento gastrico. A cinque topi sono state somministrate per inalazione dosi di monossido di carbonio (100 parti per milione) per sei ore al giorno.Nell’arco di tre settimane gastroparesi sparita, lo stress ossidativo è diminuito e la risposta delle cellule intestiziali migliorata, il tutto senza aumentare l’HO1.

Lo studio è stato finanziato dal National Institutes of Health e la Mayo Clinic. Altri membri del team sono stati Mayo Purna Kashyap, MBBS; Kyoung Moo Choi, Ph.D.; Lurken Matteo; Nirjhar Dutta; Giuseppe Szurszewski, Ph.D.; e Simon Gibbons, Ph.D

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!