Risultati aggiornati di Fase III…

· darucizumab ha inattiva…

Le lesioni parziali del midollo:…

Imparare a controllare i …

Stipsi cronica: una malattia che…

Presentati a Milano i r…

Gel a DNA che simula i muscoli

Alcuni ricercatori americ…

Varianti genetiche definiscono l…

[caption id="attachment_6…

Merck Serono S.p.A. destina 1,2 …

·       L’investimento te…

Malattie rare mitocondriali: arr…

Sviluppata dal Centro per…

Arterie: scoperto un gene implic…

Gli scienziati del Sa…

Cancro colon: nuovo test esegue …

Un nuovo e non invasivo …

Proteine: il percorso che le por…

Identificato un percorso…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Igiene orale e artrite: dimostrata la stretta connessione.

Un sorriso candido e impeccabile non è solo una questione d’immagine: curare l’igiene orale, infatti, fa particolarmente bene ai malati di artrite reumatoide. Un team di ricercatori americani ha scoperto che curare le malattie gengivali riduce decisamente i sintomi dolorosi provocati dall’artrite. Lo studio, pubblicato sul ‘Journal of Periodontology’, è stato condotto dai ricercatori della Case Western Reserve University School of Dentale Medicine e dell’University Hospital di Cleveland su un piccolo gruppo di 40 pazienti con una forma grave di artrite reumatoide.

Tutti soffrivano anche di parodontite media o grave, un problema che sembra andare a braccetto con l’artrite reumatoide, visto che spesso le due patologie sono ‘abbinate’. I ricercatori hanno diviso i pazienti in quattro gruppi, di cui due sono stati trattati con una terapia a base di un farmaco biologico anti-Tnf (tumor necrosis factor).


Inoltre alcuni pazienti hanno ricevuto un trattamento standard non chirurgico per curare la parodontite, rimuovendo infezione e infiammazione gengivale; un terzo gruppo ha ricevuto solo le cure dentali e l’ultimo non ha fatto nulla di particolare per tutta la durata della sperimentazione (6 settimane).

Ebbene, alla fine dello studio i ricercatori hanno visto che i pazienti che avevano ricevuto le cure dentali hanno visto migliorare i sintomi dell’artrite, come dolore, rigidità e gonfiore alle articolazioni. E i benefici maggiori sono stati sperimentati da chi aveva abbinato le cure gengivali al farmaco.


“E’ stato entusiasmante – commenta Nabil Bissada, responsabile del dipartimento di odontoiatria dell’ateneo – scoprire che se eliminavamo infezione e infiammazione delle gengive i pazienti con un tipo grave di artrite reumatoide stavano meglio. Questo ci offre un nuovo tipo di intervento”.

Ecco perché i ricercatori invitano i reumatologi a incoraggiare i pazienti a non sottovalutare il legame tra piorrea e artrite.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi