Prosegue nel segno della continu…

 L’IRCCS milanese smentis…

L'importanza del sonno sulla mem…

Il sonno rafforza la memo…

Il biosimilare ha un passaporto …

E’ stato pubblicato il do…

Epilessia: scoperto il regolator…

Scoperto un singole gene …

Tumori e alimentazione: le propr…

[caption id="attachment_5…

Scoperto un sotto-codice genetic…

[caption id="attachment_7…

Vaccino: dal 2012 il pediatrico …

Si chiama LAIV (Live Atte…

Zero casi di meningite: un obiet…

Soglie di copertura vacci…

Plasmodium: i fattori di tollera…

  [caption id="attachm…

AIDS: decifrato genoma virus

[caption id="attachment_2…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

RIVAROXABAN: anticoagulante efficace e rimborsabilità approvata anche in Italia

rivaroxaban

rivaroxaban

E’ disponibile anche negli ospedali italiani ‘Rivaroxaban’, innovativa molecola anticoagulante orale, da assumere con un’unica compressa giornaliera, per la prevenzione del tromboembolismo venoso in pazienti sottoposti a interventi chirurgici di sostituzione dell’anca o del ginocchio. Il regime di rimborsabilita’ (in fascia H) e’ stato stabilito dalla determina pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell’8 luglio 2009.

Gia’ lo scorso settembre l’Agenzia europea per i medicinali (EMEA) aveva espresso parere positivo con l’indicazione nella prevenzione del tromboembolismo venoso (TEV) in chirurgia elettiva di anca e ginocchio. In Europa si registra ogni anno piu’ di un milione e mezzo di eventi tromboembolici, responsabili della morte di 544.000 persone, piu’ del doppio della somma dei casi di cancro al seno, alla prostata, HIV/Aids e incidenti stradali.



L’efficacia della molecola e’ gia’ stata dimostrata da quattro studi di fase III (RECORD1, RECORD2, RECORD3, RECORD4) che hanno coinvolto oltre 12.500 pazienti sottoposti a interventi chirurgici di sostituzione elettiva di anca o di ginocchio. I risultati dei quattro studi hanno evidenziato la superiore efficacia di rivaroxaban 10 mg rispetto al trattamento standard rappresentato dall’enoxaparina, in termini di incidenza di eventi tromboembolici. Rivaroxaban e enoxaparina hanno inoltre mostrato profili di sicurezza simili con una ridotta e sovrapponibile incidenza di sanguinamenti maggiori.

A causa dei limiti degli attuali trattamenti anticoagualanti standard, molti pazienti sottoposti a interventi di chirurgia ortopedica non ricevono una terapia anticoagulante adeguata per la prevenzione degli eventi tromboembolici potenzialmente fatali. Rivaroxaban, in formulazione orale e in monosomministrazione giornaliera, ha un’azione anticoagulante prevedibile, efficace e ben tollerata e, per questo, ha le potenzialita’ per diventare il trattamento standard nella prevenzione della trombosi venosa profonda e dell’embolia polmonare.

2
Lascia una recensione

avatar
1 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
tatoreIlario Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Ilario
Ospite
Ilario

Grande cosa!! Però quando sarà possibile la prescrizione dal medico di base?Così comè adesso risulta impossibile avere la prescrizione ospedaliera; esempio: sono stato sottoposto a cardioversione 2 anni fa poichè mi è stata riscontrata F.A. da allora seguo T.A.O. con Sintron. Ho provato a recarmi nel reparto dove sono stato operato, ma ovviamente i medici nemmeno mi riconoscono e tergiversano. Allora se il Rivaroxaban e il Dabigatran sono efficaci che siano prescrivibili come è per il Sintron e similari.

Archivi