Malattie muscolari ereditarie: i…

Le cellule muscolari sche…

Le nuove frontiere della psichia…

Roma, 25 febbraio 2015 – …

Disponibile da oggi anche in Ita…

Un innovativo inalator…

Allergie e febbre da fieno: la c…

Con la cellulosa in polve…

Influenza: rischio di ammalarsi …

"Chi è particolarmente st…

Carcinoma adrenocorticale: spera…

Sperimentato un nuovo mix…

I meccanismi cerebrali dei ricon…

Uno studio tedesco dimost…

Tumori al polmone, vittime sopra…

Sono soprattutto donne, n…

La caffeina aiuta il cervello ad…

Una piccola dose di caffe…

Depressione: sviluppato uno spra…

Un gruppo di ricercatori …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

EBRI: La Fondazione Santa Lucia scrive a Marrazzo e Montino: “Le inadempienze della Regione Lazio sono la prima causa”

Rita Levi Montalcini

Rita Levi Montalcini

La Direzione dell’IRCCS Fondazione Santa Lucia ha fatto pervenire due distinte lettere al Presidente e al Vicepresidente della Regione Lazio per precisare alcuni aspetti fondamentali della vicenda dell’EBRI, l’European Brain Research Institute, oggetto in questi giorni di grande attenzione da parte dei mezzi di informazione e, contestualmente, di molteplici dichiarazioni, anche di esponenti istituzionali, spesso non improntate alla realtà dei fatti. Prime tra tutte quelle circa lo sfratto esecutivo intimato all’EBRI, priva di fondamento giuridico visto che tale Istituto gode di un contratto di comodato gratuito dei locali, dei laboratori e delle attrezzature dei quali usufruisce sin dal 2005, in virtù della grande stima e fiducia che tutta la Fondazione ha sempre nutrito e nutre nei confronti della professoressa Rita Levi-Montalcini.



In tale quadro è altrettanto inesatto che nell’udienza tenutasi al Tribunale Civile lo scorso 5 settembre sia stato sospeso il presunto sfratto: in questa sede è stato soltanto esaminato il problema dell’interruzione delle utenze all’EBRI, annunciata già da mesi dalla Fondazione Santa Lucia, e il Giudice ha dato tempo alle parti di trovare un eventuale accordo entro il prossimo 23 settembre, prima di riservarsi una decisione in merito.


In realtà, soltanto l’aggravarsi della situazione finanziaria della Santa Lucia – resa critica dalle perduranti inadempienze della Regione Lazio – ha determinato, ormai da mesi, l’impossibilità di continuare ad offrire all’EBRI il comodato degli immobili e delle attrezzature scientifiche di cui ha potuto agevolarsi fino ad oggi: pertanto, già dall’ottobre del 2008 è stato chiesto il rilascio – entro il 31 dicembre 2009 – dei circa 5 mila metri quadrati di spazi e laboratori attrezzati. Per altro, tale sofferta decisione è divenuta improcrastinabile anche per i notevoli ritardi che l’EBRI ha cumulato e continua a cumulare nel rimborsare le spese per le utenze di cui usufruisce, intestate alla Fondazione.


A tale proposito nella missiva indirizzata al Presidente Piero Marrazzo viene ribadita e documentata la notevole pendenza amministrativa (circa 470 mila euro) che a tutt’oggi l’EBRI ha nei confronti della Fondazione Santa Lucia e che concorre ad aggravare lo sbilancio fra entrate ed uscite che l’IRCCS di via Ardeatina non può sopportare oltre senza ricorrere a drastiche misure che finirebbero per ricadere sulla qualità dell’assistenza medica e clinica fornita ai cittadini e sulle linee di ricerca traslazionale più strategiche. Nei giorni scorsi, il Governatore del Lazio ha invece negato la sussistenza di queste pendenze.


Nella lettera destinata al Vicepresidente Esterino Montino come replica alle sue recenti dichiarazioni, la Fondazione Santa Lucia ricorda che a tutt’oggi la Regione Lazio continua ad ignorare l’ordinanza del Consiglio di Stato dell’01/07/2008 che ha sancito l’ingiustificata esclusione della stessa Fondazione dallo stanziamento di 450 milioni di euro a favore di strutture pubbliche e private ad alta specializzazione e complessità, nelle quali rientra proprio la Santa Lucia. A Montino si sottolinea la condotta della Regione che “continua colpevolmente a non adempiere a quanto disposto dal magistrato”, evidenziando altresì che su questo punto “inevitabilmente, si produrranno anche conseguenze penali e con la Procura della Corte dei Conti”. Per di più, da alcuni mesi la Fondazione si trova costretta a subire anche un’arbitraria decurtazione di 300 mila euro sull’anticipazione mensile corrisposta dalla Regione per le prestazioni erogate. La mancata corresponsione dei rimborsi regionali e la ridotta erogazione mensile – si legge nella lettera – hanno imposto, in base ad “un’onesta e consapevole conduzione amministrativa” una progressiva riduzione dei costi di gestione della Fondazione, tra cui quelli anticipati per conto dell’EBRI.


A chiusura della replica, al Vicepresidente Montino, viene ricordato anche che “Perdurando l’attuale situazione ostracistica della Regione Lazio nei confronti della Fondazione Santa Lucia si produrranno inevitabilmente e nel futuro prossimo una serie di provvedimenti ben più gravi di quelli sinora adottati necessariamente nei confronti dell’EBRI e per i quali qualsiasi responsabilità non potrà non essere ricondotta all’operato della stessa Regione Lazio”.


In questo contesto la Fondazione Santa Lucia esprime vivissimo rammarico per le critiche infondate ed ingiuste di cui è stata oggetto, soprattutto da parte dei vertici della Regione, nonché per il coinvolgimento di un nome di così alto prestigio quale quella del Nobel Rita Levi-Montalcini in una vicenda scaturita soltanto dalla scarsa considerazione su cui possono contare, a quasi tutti i livelli istituzionali, la ricerca scientifica e le strutture di vera eccellenza in Italia.


La Fondazione Santa Lucia a tale proposito non può non evidenziare di aver creduto per prima al progetto della Professoressa Levi-Montalcini e di aver messo immediatamente a sua disposizione – finché ciò è stato possibile – strutture, mezzi, sinergie e il proprio know-how per consentire l’avvio e il consolidamento del Centro da Lei così fortemente voluto. Ciò nonostante, negli anni, senza un effettivo ed efficace contributo delle istituzioni e per la mancanza di investimenti privati, è stato inevitabile riconsiderare sia questa disponibilità della Fondazione sia gli obiettivi comuni realisticamente raggiungibili insieme all’EBRI e alla sua attuale organizzazione.


Proprio per questo la Fondazione Santa Lucia ha prontamente e formalmente confermato al Ministro Mariastella Gelmini la piena disponibilità a partecipare al tavolo tecnico che la titolare dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha annunciato, per tentare di trovare soluzioni congrue e percorribili.

Salute Europa

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!