[Aduc]Vaccini: luoghi comuni, bu…

Dal fatto che il morbillo…

Il processo di riparazione del D…

Ricercatori che studiano …

Cuore in 3D per chirurgia sicura…

Un modello tridimensional…

Tumori del pancreas: due diverse…

Per distinguere le cisti …

Un nuovo composto per impedire l…

Buone news sul fronte vir…

Anche i bambini di quattro mesi …

Lo dice uno studio dell…

Malformazione globuli rossi: si …

L'analisi può essere effe…

Due geni collegati ai crimini di…

(ASCA)Washington, 28 ott.…

ASCO 2014: presentati nuovi risu…

Merck annuncia una nuova …

Neurostemcell fa progredire la r…

Mediante una continua coo…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Capsaicina, ovvero il peperoncino, contro dolori e formicolio

recettore capsaicina

recettore capsaicina

Il dolore periferico spesso si accompagna anche a formicolio, bruciore, intorpidimento, debolezza dell’arto e, in molti casi può anche essere causato da disturbi quali artrite, Aids, diabete, herpes zoster (fuoco di Sant’Antonio), cancro e dai trattamenti utilizzati nella cura di queste patologie.

Un componente del peperoncino e del pepe, la capsaicina, pare essere d’aiuto se utilizzato in forma di crema per combattere proprio queste fastidiose sensazioni.

I ricercatori dell’Università di Oxford nel Regno Unito hanno scoperto che, proprio grazie all’utilizzo di una crema a base di capsaicina il 40% delle persone con questo tipo di dolore otteneva sollievo. I risultati positivi arrivano da uno studio che è stato condotto su 1.600 volontari adulti di entrambi i sessi.

Tuttavia, c’è da far presente che non tutti i medici sono d’accordo sull’uso di creme a base di capsaicina in quanto le ritengono possibili di sortire effetti indesiderati come infiammazioni, in particolare in soggetti sensibili e in seguito a un abuso, per cui ritengono più adatti i tradizionali farmaci anti-irritazioni.

La Stampa

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x