Eventi cardiaci: allo studio la …

I geni hanno un ruolo nel…

Distrofia muscolare: molecole ch…

Un gruppo di scienziati d…

Grazie al gene p16 la talpa-topo…

Non brilla per avvenenza:…

Tomografia computerizzata meglio…

Il follow up TC (tomogra…

Ricostruita con le staminali una…

Chirurghi svedesi dell'Un…

Si premia l'eccellenza della ric…

Due giovani scienziate ha…

Quando una zucca non fa solo hal…

La notte più "spaventosa"…

Ipertensione: cellule manipolate…

[caption id="attachme…

SLA: ad avvelenare i neuroni, un…

E' alla base della fo…

Sclerosi multipla affrontata con…

È già in cura ed è genove…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Capsaicina, ovvero il peperoncino, contro dolori e formicolio

recettore capsaicina

recettore capsaicina

Il dolore periferico spesso si accompagna anche a formicolio, bruciore, intorpidimento, debolezza dell’arto e, in molti casi può anche essere causato da disturbi quali artrite, Aids, diabete, herpes zoster (fuoco di Sant’Antonio), cancro e dai trattamenti utilizzati nella cura di queste patologie.

Un componente del peperoncino e del pepe, la capsaicina, pare essere d’aiuto se utilizzato in forma di crema per combattere proprio queste fastidiose sensazioni.

I ricercatori dell’Università di Oxford nel Regno Unito hanno scoperto che, proprio grazie all’utilizzo di una crema a base di capsaicina il 40% delle persone con questo tipo di dolore otteneva sollievo. I risultati positivi arrivano da uno studio che è stato condotto su 1.600 volontari adulti di entrambi i sessi.

Tuttavia, c’è da far presente che non tutti i medici sono d’accordo sull’uso di creme a base di capsaicina in quanto le ritengono possibili di sortire effetti indesiderati come infiammazioni, in particolare in soggetti sensibili e in seguito a un abuso, per cui ritengono più adatti i tradizionali farmaci anti-irritazioni.

La Stampa

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x