Tumore alle ovaie: spiegati i me…

Uno studio condotto da ri…

La complessa struttura di una ce…

La vita è più complessa d…

La dieta mediterranea per le don…

Migliore salute e vita pi…

Ictus: un nemico speciale per le…

29 OTTOBRE 2014 LA GIORN…

Cellule muscolari ottenute da st…

Scoperta una nuova strate…

DNA sintetico alternativo: l'XNA

Per la prima volta si è r…

Cancro al colon: scoperto gene c…

Si chiama GSK 3B (Gly…

Leucemia: un marker predittivo d…

I ricercatori canadesi de…

Lo stafilococco, ecco come infet…

Un team di ricercatori d…

Asparagi disintossicanti per il …

Troppo alcol durante le f…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ipertensione causata anche da un eccessivo consumo di fruttosio

Un consumo troppo elevato di fruttosio aumenta drasticamente il rischio di sviluppare ipertensione. L’allarme arriva da uno studio presentato al 42esimo Congresso dell’American Society of Nephrology in corso a San Diego.

saccarosio

saccarosio



I ricercatori dell’University of Colorado Denver Health Sciences Center coordinati da Diana Jalal hanno preso in esame il consumo di fruttosio (uno zucchero che è contenuto soprattutto in bibite, succhi di frutta, caramelle, dolciumi e biscotti) in 4528 persone.
E’ emerso che chi consuma più di 74 grammi di fruttosio al giorno (per avere un’idea, bastano due lattine di bibita zuccherata al giorno) vede aumentare il rischio di ipertensione di circa il 30%. Negli ultimi 100 anni il consumo di fruttosio è aumentato di almeno 4 volte, e questo potrebbe anche spiegare il boom dell’obesità oltre alla più elevata incidenza di patologie cardiovascolari, diabete e ipertensione. Fonte: Increased fructose intake is indipendently associated with elevated blood pressure – Findings from the National Health and Nutrition Examination Survey (2003-2006).

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi