Il Consiglio di Stato conferma c…

Roma, 11 marzo 2013 - “Fa…

Danni renali acuti: scoperto nuo…

Scoperto un potenziale …

Autismo: stimolazione cerebrale …

La stimolazione cerebrale…

Tumori: il passo "asincrono" del…

Uno studio pubblicato su …

Nuovi dati su linagliptin in mon…

I risultati degli studi s…

Cure palliative: i malati termin…

Quasi due terzi dei m…

Pistacchi efficaci contro iperte…

Un pugno di pistacchi all…

Sistema immunitario: una scossa …

Una procedura sperimental…

Un laser per predire quanto rima…

Arriva dal Regno Unito.…

Un'alga aiuta e amplifica l'azio…

Alghe come fabbriche di c…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ipertensione causata anche da un eccessivo consumo di fruttosio

Un consumo troppo elevato di fruttosio aumenta drasticamente il rischio di sviluppare ipertensione. L’allarme arriva da uno studio presentato al 42esimo Congresso dell’American Society of Nephrology in corso a San Diego.

saccarosio

saccarosio



I ricercatori dell’University of Colorado Denver Health Sciences Center coordinati da Diana Jalal hanno preso in esame il consumo di fruttosio (uno zucchero che è contenuto soprattutto in bibite, succhi di frutta, caramelle, dolciumi e biscotti) in 4528 persone.
E’ emerso che chi consuma più di 74 grammi di fruttosio al giorno (per avere un’idea, bastano due lattine di bibita zuccherata al giorno) vede aumentare il rischio di ipertensione di circa il 30%. Negli ultimi 100 anni il consumo di fruttosio è aumentato di almeno 4 volte, e questo potrebbe anche spiegare il boom dell’obesità oltre alla più elevata incidenza di patologie cardiovascolari, diabete e ipertensione. Fonte: Increased fructose intake is indipendently associated with elevated blood pressure – Findings from the National Health and Nutrition Examination Survey (2003-2006).

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi