GE HEALTHCARE PRESENTA LE NUOVE …

La divisione medicale di …

Dai pipistrelli, oltre alla cont…

I pipistrelli possono for…

Ictus: quella passeggiata quotid…

Camminare puo' ridurre il…

Ratto robot con i baffi dà nuovo…

[caption id="attachment_1…

Il biosimilare in Italia è un’oc…

Roma, 25 giugno 2015 - “L…

Bilirubina: protegge da cancro e…

Il pigmento contenuto nel…

[AIRC] La leucemia nemica meno t…

[caption id="attachment_9…

Test italiano per predire Alzhei…

C4D, un semplice esame di…

Dolore, a Udine la campagna di f…

Dolore cronico in ortoped…

Proteina orexina, legata alla so…

La proteina orexina, che …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Individuato il gene antenato del cancro nell’uomo

myc, il sequenziamento

Individuato per la prima volta il gene primitivo responsabile dello sviluppo e della crescita dei tumori: si chiama ”Myc”, ed e’ stato scovato dai ricercatori dell’Universita’ di Innsbruck, in Austria. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista internazionale Pnas-Proceedings of the National Academy of Sciences.

Biochimici e biologi dello sviluppo hanno riportato indietro nel tempo di 600 milioni di anni un gene gia’ noto per essere implicato nello sviluppo del cancro negli esseri umani.

”Invecchiato” di 600 milioni di anni, il gene si e’ modificato nell’oncogene ”Myc” (l’oncogene e’ un gene modificato che interviene nello sviluppo tumorale e aumenta le possibilita’ che lo sviluppo di una cellula si diriga in senso tumorale), a sua volta individuato nel corredo genetico di in un particolare polipo di acqua dolce ancora esistente.

I ricercatori hanno dimostrato che questo oncogene ha funzioni biochimiche simili in tutti gli esseri viventi del regno animale: lo sviluppo delle neoplasie dipenderebbe da una sua deregolamentazione.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi