La Procura di Torino indaga la S…

Somministrazione di farma…

Geriatria: negli USA gli america…

Gli anziani americani di…

Depressione: una proteina potreb…

Gli scienziati hanno…

Ogni cervello ha un network, ogn…

Per evitare ingorghi e st…

Vista: stampate per la prima vol…

Un gruppo di ricercatori…

Malattie muscolo-scheletriche pe…

Le patologie di natura mu…

La carie, un problema di sanità …

Milano, 29 settembre 2014…

Percezione del corpo e memoria: …

Un nuovo studio del Karo…

Piorrea: studi e scoperte verso …

La struttura e il meccani…

Baci e benefici: meno calorie, m…

Non si tratta di legg…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Individuato il gene antenato del cancro nell’uomo

myc, il sequenziamento

Individuato per la prima volta il gene primitivo responsabile dello sviluppo e della crescita dei tumori: si chiama ”Myc”, ed e’ stato scovato dai ricercatori dell’Universita’ di Innsbruck, in Austria. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista internazionale Pnas-Proceedings of the National Academy of Sciences.

Biochimici e biologi dello sviluppo hanno riportato indietro nel tempo di 600 milioni di anni un gene gia’ noto per essere implicato nello sviluppo del cancro negli esseri umani.

”Invecchiato” di 600 milioni di anni, il gene si e’ modificato nell’oncogene ”Myc” (l’oncogene e’ un gene modificato che interviene nello sviluppo tumorale e aumenta le possibilita’ che lo sviluppo di una cellula si diriga in senso tumorale), a sua volta individuato nel corredo genetico di in un particolare polipo di acqua dolce ancora esistente.

I ricercatori hanno dimostrato che questo oncogene ha funzioni biochimiche simili in tutti gli esseri viventi del regno animale: lo sviluppo delle neoplasie dipenderebbe da una sua deregolamentazione.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!