Linagliptin approvato dalla FDA …

Primo inibitore del DPP-4…

Mylan supporta il progetto dell'…

Milano, 18 Dicembre 2012 …

Tumori: statine possono rallenta…

Le statine, noti farmaci …

I suoni si fissano al cervello e…

[caption id="attachment_7…

Leucemia: verso un possibile vac…

Il sistema immunitario de…

Tumori: dal c-MET alla TAC a spi…

L'obbiettivo è il solito:…

Dipendenza da Facebook? A.I.D.A:…

Cresce la sindrome del ‘M…

Dolore cronico: al via il proget…

Il farmacista come riferi…

Magnesio contro il declino cogni…

Mentre una carenza di mag…

Studio pilota con brentuximab ve…

– Sopravvivenza glo…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Melone amaro: ‘in vitro’ l’estratto uccide le cellule tumorali del seno

il melone amaro

Sembra più un cetriolo che non un melone ed è un ortaggio piuttosto comune in paesi come il Sud America, la Cina e l’India dove, da tempi remoti, è un rimedio popolare per controllare e abbassare i livelli di zuccheri nel sangue, utilizzato soprattutto dai diabetici.
In questo nuovo studio, i ricercatori della Saint Louis University (Usa) hanno scoperto che un suo estratto ha la capacità di uccidere le cellule cancerose del tumore al seno in vitro.

Nella ricerca condotta su cellule coltivate in laboratorio i ricercatori hanno osservato che l’estratto di melone amaro attaccava le cellule cancerose lasciando intatte quelle sane del tessuto mammario.
Poiché lo studio è stato condotto su cellule in laboratorio, nonostante i risultati positivi, i ricercatori non si sentono di affermare che possa essere efficace sugli esseri umani: «Quando abbiamo utilizzato l’estratto di melone amaro, abbiamo visto che uccide le cellule del cancro al seno. L’estratto ha ucciso solo le cellule tumorali, non le cellule sane della mammella. Ma il lavoro è stato fatto in un laboratorio, non sugli esseri umani», ha infatti commentato il dr. Ratna Ray, professore di patologia.

Il tipo di estratto utilizzato è quello che si trova comunemente in commercio, anche su Internet, fanno notare i ricercatori. Il passo successivo è quello di procedere con una sperimentazione su modello animale e successivamente sugli esseri umani.
Un commento interessato è giunto dall’American Cancer Society: «I risultati di questo studio di laboratorio sono intriganti. – ha commentato il Direttore Marji McCullough – «Ma prima di raccomandare gli integratori di estratto di melone amaro per la prevenzione del cancro, abbiamo bisogno di adeguati studi clinici per stabilire la sua sicurezza ed efficacia negli esseri umani», ha aggiunto.

L’estratto di melone amaro può comunque avere effetti benefici sulla salute in generale grazie alla presenza di vitamine come la C e di flavonoidi antiossidanti. Una buona dieta che comprenda questi utili elementi è da sé un buon preventivo per le patologie tumorali. Così come il mantenere un peso adeguato, fare regolare esercizio, limitare alcol e fumo, fanno notare i ricercatori.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi