Parkinson: studi su topo con il …

[caption id="attachment_7…

Immuni al virus dell'AIDS: si sc…

Praticamente immuni al vi…

Aspirina: messa a punto quella c…

Una nuova forma di aspiri…

Epilessia: prodotto efficiente a…

L'ezogabina, un farmaco u…

All’Istituto San Carlo open day…

Busto Arsizio (VA), maggi…

Contro la salmonella arriva il p…

Si chiama Bdellovibrio ed…

Teva: completato l'arruolamento …

Gerusalemme, 22 giugno 20…

Medicina: al via la campagna naz…

Lotta al dolore: al via u…

Epilessia, scoperta cura genica…

[caption id="attachme…

AIDS: farmaci antiretrovirali pr…

Una singola dose di farma…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Corsa e movimento analoghi non alimentano rischi osteoartrite o sostituzione dell’anca

La corsa, anche su lunghe distanze, non aumenta il rischio di osteoartrite o sostituzione dell’anca.osteoartrite Lo afferma uno studio dell’universita’ di Berkeley pubblicato dalla rivista Medicine and Science in Sport and Exercise, secondo cui anzi il rischio di queste patologie diminuisce rispetto a chi non pratica sport.


La ricerca ha coinvolto 75mila corridori seguiti in media per sette anni, periodo in cui 2004 di questi hanno sviluppato l’osteoartrite e 259 hanno avuto bisogno di una sostituzione dell’anca. I ricercatori hanno confrontato questi numeri con quelli di 15mila persone che invece di correre camminavano, trovando che il rischio di osteoartrite era del 15 per cento piu’ basso per i corridori, con quello di sostituzione minore del 35 per cento: “Uno dei fattori alla base di questo effetto – spiegano gli autori – e’ il fatto che chi corre in genere ha un indice di massa corporea piu’ basso” .

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!