Nuovi studi della Cattolica sul …

I risultati preliminari d…

Cellule adulte del sangue riprog…

Cellule del sangue mature…

Insonnia: studiate le differenze…

Le persone che soffrono …

mammografia: sono più le vite sa…

Per ogni donna che dopo …

Scoperta nuova molecola che bloc…

Il gruppo di Oncogenomica…

Obesità: un aiuto al 'fegato gra…

Roma, 7 gennaio 2019 - L’…

Percezione del corpo e memoria: …

Un nuovo studio del Karo…

Alcol: scoperto interruttore mol…

Individuata una mole…

Differenza genica tra uomo e cav…

Due importanti caratteris…

HIV: una molecola permette di pr…

[caption id="attachme…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

I benefici dell’uva ai reni

L’uva potrebbe essere un’arma importante nella lotta contro le malattie renali causate da una dieta ricca di grassi.kidney L’estratto dal seme dell’acino dell’uva potrebbe servire per trattare e prevenire l’obesita’ indotta dai danni ai reni, secondo uno studio comparso sulla rivista ‘Applied Physiology, Nutrition and Metabolism’ e condotto dal Laboratory of Bioactive Substance at the Center of Biotechnology di Borj-Cedria, Tunisia.


Si sa che gli estratti dai semi dell’acino (Gsse) contengono potenti antiossidanti. Gli scienziati hanno esaminato gli effetti del Gsse tratto da un cultivar di uva (‘Carignan’) di Vitis vinifera dal nord Tunisia sui topi. Quando gli animali, che avevano problemi ai reni indotti da una dieta ad alto contenuto di grassi, ricevevano una dose di estratto che corrisponde a 35 grammi/g per 70 chili di un adulto umano, si verificava una parziale inversione del deposito dei trigliceridi. Secondo gli scienziati i polifenoli, incluso il resveratrolo, erano responsabili dei benefici effetti positivi del Gsse.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x