Disturbi comportamentali "da Bis…

Il bisfenolo A ha causato…

Urologia: utilizzo delle cellule…

La Fondazione italiana co…

Vero & Falso sulla Radioterapia

[caption id="attachment_3…

Oncologia Integrata e Nutrizione…

VI Congresso ARTOI 7-8 …

Sequenziato il genoma del parass…

[caption id="attachment_1…

Tumore del seno: la diminuzione …

La diminuzione del numero…

Allergie: l'assortimento immunit…

Le mamme regalano al figl…

Dolore cronico negli anziani: 7 …

Convivono, anche da oltre…

Cancro al seno: le donne colpite…

L'attivita' fisica dopo u…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Osteoartrite: isolata la proteina che protegge le articolazioni


L’osteoartrite, malattia degenerativa delle articolazioni, e’ considerata una patologia quasi inevitabile, soprattutto se si vive a lungo, ma un nuovo studio del Baylor College of Medicine potrebbe rivoluzionare questa idea, puntando sull’azione di contrasto di una proteina, la lubricina. osteoartriteLa proteina potrebbe svolgere un ruolo di protezione delle articolazioni contro l’usura del tempo e contro i danni provocati da una lesione. La ricerca, condotta da Brendan Lee, e’ stata descritta sulla rivista ScienceTranslational Medicine ed ha dimostrato che la lubricina non funge esclusivamente da lubrificatore delle giunture. “La proteina, prodotta dal gene PRG4, esercita un impatto importante anche sul metabolismo della cartilagine, prevenendone la rottura”, ha spiegato Lee. L’osteoartrite e’ una malattia comune, colpisce piu’ del 70 per cento della popolazione di eta’ compresa tra 55 e 77 anni ed e’ in aumento in tutto il mondo. Nella maggior parte dei casi, i trattamenti agiscono solo sui sintomi e se la patologia diventa grave, l’unica soluzione e’ la sostituzione dell’articolazione colpita.

Lo studio ha preso spunto da un’osservazione: “I bambini affetti da una patologia genetica nota come sindrome artropatia-camptodattilia – sviluppano precocemente l’osteoartrite e hanno una evidente carenza di lubricina. Ci siamo chiesti: se una presenza ridotta di lubricina anticipa l’insorgenza dell’osteoartrite, livelli maggiori di questa proteina potrebbero ostacolarne lo sviluppo? Sembrerebbe di si’, stando ai risultati dei test effettuati sinora sui modelli murini”. I topi indotti a produrre maggiori quantita’ di lubricina nella cartilagine non hanno, infatti, sviluppato osteoartrite in relazione all’eta’ o ad una lesione.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!