Aspirina: i mille volti di un fa…

V° Congresso Provinciale …

Depressione: messo a punto un te…

Un test economico - d…

È nella rottura del genoma la pr…

[caption id="attachment_4…

Doppia vita di una proteina tras…

Scoperta una proteina che…

Ictus: cellule staminali amnioti…

Le cellule staminali hann…

Leucemia acuta senza chemio: stu…

Guarire da una forma …

Turismo odontoiatrico: creato un…

Stop al turismo odontoiat…

Stenosi dell'aorta: un tipo inus…

- Scoperto un gene associ…

Medicinali online: commissione U…

I cittadini europei acqui…

Entro il 2034 l'Italia potrebbe …

LE SOCIETÀ SCIENTIFICHE I…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer: nei casi ereditari si ritrova una proteina specifica


Scienziati della Washington University School of Medicine di St. Louis hanno misurato una significativa differenza fra i cervelli di pazienti con una forma ereditaria di Alzheimer e quelli dei membri in salute della famiglia che non sono portatori della malattia.alzheimer Come si legge sulla rivista ‘Science Translational Medicine’, gli scienziati hanno scoperto che i partecipanti allo studio con mutazioni genetiche che causano la comparsa di sintomi precoci della malattia avevano circa il 20 per cento in piu’ di una specifica forma di proteina beta amiloide, la beta amiloide 42, rispetto agli altri membri ella famiglia che non avevano la mutazione. “I risultati suggeriscono che dovremmo concentrarci sulla proteina beta amiloide 42, con i farmaci per l’Alzheimer”, ha commentato Randall Bateman, fra gli autori dello studio.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi