Cibi fritti nemici acerrimi dell…

Fritti 'killer' per la l…

Cancro all'esofago: messi in dub…

[caption id="attachment_5…

Come i batteri marini conformano…

I microrganismi marini et…

Tossicodipendenze: medici di fam…

La proposta, lanciata da …

Nessun ricordo è mai definitivam…

[caption id="attachme…

Test delle ghiandole salivari pe…

Le proteine anomale assoc…

Autismo, possono contribuire all…

A causa della presenza di…

La bambina guarita completamente…

La neonata negli Stati …

Chirurgia plastica: spiana gli a…

La chirurgia plastica…

Il gene che aiuta il metabolismo…

Comunicato stampa - Dalla…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Fegato in laboratorio ottenuto da cellule staminali


Un fegato umano costruito in laboratorio a partire da staminali ottenute dalla riprogrammazione di cellule adulte e trapiantato in un topo. L’organo realizzato da un gruppo giapponese coordinato da Takanori Takebe dell’Universita’ di Yokohama, e descritto su Nature, funziona perfettamente ed e’ un passo concreto verso la futura medicina rigenerativa, ossia la creazione di organi in laboratorio a partire da cellule adulte, quindi non embrionali.   Il successo e’ stato raggiunto sfruttando le cosiddette staminali pluripotenti indotte (Ips), ossia cellule adulte gia’ specializzate (come ad esempio quelle della pelle) che attraverso l’inserimento di un ‘cocktail’ di geni vengono riprogrammate e riportate ‘giovani’. Sfruttando questa tecnica i ricercatori sono riusciti a riprogrammare cellule umane del fegato e permettere la spontanea organizzazione del tessuto cellulare nelle tre dimensioni. In questo modo e’ stato possibile produrre delle ‘gemme’ epatiche, le strutture base da cui si forma l’organo intero, che sono state poi trapiantate in topi e dare luogo allo sviluppo dell’organo completo e perfettamente funzionante. Il prossimo passo della ricerca sara’ quello di capire se la tecnica possa funzionare anche su pazienti umani.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!