Gruppo Ictus Emiplegia Onlus, la…

Tra i servizi, una linea …

Fecondazione Eterologa: Raggiunt…

“Adesso è ufficiale. Sono…

Artrite reumatoide: l'uso di sta…

L'interruzione della tera…

Malaria: trovate proteine resist…

Una ricerca del Johns Ho…

Telethon dice stop alle emorragi…

[caption id="attachment_9…

Doppel: la proteina dai due volt…

[caption id="attachment_1…

Neuromielite ottica: effettuato …

Un trapianto di midollo c…

Uso di antibiotici e l'MRSA: ric…

Ricercatori che stavano s…

Premiate le foto vincitrici del …

Centinaia gli iscritti al…

Stress ossidativo: Telethon svel…

Dalla ricerca Telethon su…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ricostruito interno orecchio con staminali in speciale coltura tridimensionale


Ideata una nuova tecnica che trasforma le staminali embrionali in cellule specifiche dell’orecchio interno, grazie a una speciale coltura tridimensionale. Il lavoro, descritto su ‘Nature’ dal team di Eri Hashino dell’Indiana University (Usa), ha generato nuovo epitelio sensorio dell’orecchio interno: cellule specializzate che rilevano i movimenti della testa, ma anche gravita’ e suono. Il tutto a partire da staminali embrionali di topo.inner_ear La procedura, spiegano i ricercatori, potrebbe essere usata per far luce sull’origine dei disturbi dell’orecchio interno e per sviluppare terapie cellulari mirate a trattare sordita’ e problemi di equilibrio. La differenziazione delle cellule ‘bambine’ mima il normale sviluppo delle cellule dell’orecchio e prevede la replicazione di specifici segnali che controllano questo processo negli organismi viventi. Non solo.

Le cellule in coltura, assicurano gli studiosi, mostrano le stesse proprieta’ funzionali delle cellule sensorie originali, e creano connessioni con i neuroni sensori derivati sempre da staminali embrionali. Secondo i ricercatori il nuovo metodo potra’ essere usato anche per la ricerca farmaceutica e gli esperimenti di terapia cellulare.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi