Tumore al seno: 500 mila le donn…

Nel nostro Paese vivono p…

La 'Terapia fotodinamica' che so…

[caption id="attachment_1…

Alzheimer: coinvolti cinque nuov…

Potrebbe rivelarsi un pas…

Molecole che bloccano la prolife…

La dottoressa Roberta Ben…

Ipertensione polmonare: terapia …

L'ipertensione polmon…

Con un bacio fino a 80 milioni d…

Con un bacio di circa 10 …

Epilessia e Corea di Huntington:…

Che cosa lega due malatti…

Nascita prematura: osservate alt…

Nei bambini nati prematur…

Malaria: un gene responsabile ne…

Gli scienziati hanno …

La comunicazione 'via radio' dei…

L'idea che i batteri poss…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ricostruito interno orecchio con staminali in speciale coltura tridimensionale


Ideata una nuova tecnica che trasforma le staminali embrionali in cellule specifiche dell’orecchio interno, grazie a una speciale coltura tridimensionale. Il lavoro, descritto su ‘Nature’ dal team di Eri Hashino dell’Indiana University (Usa), ha generato nuovo epitelio sensorio dell’orecchio interno: cellule specializzate che rilevano i movimenti della testa, ma anche gravita’ e suono. Il tutto a partire da staminali embrionali di topo.inner_ear La procedura, spiegano i ricercatori, potrebbe essere usata per far luce sull’origine dei disturbi dell’orecchio interno e per sviluppare terapie cellulari mirate a trattare sordita’ e problemi di equilibrio. La differenziazione delle cellule ‘bambine’ mima il normale sviluppo delle cellule dell’orecchio e prevede la replicazione di specifici segnali che controllano questo processo negli organismi viventi. Non solo.

Le cellule in coltura, assicurano gli studiosi, mostrano le stesse proprieta’ funzionali delle cellule sensorie originali, e creano connessioni con i neuroni sensori derivati sempre da staminali embrionali. Secondo i ricercatori il nuovo metodo potra’ essere usato anche per la ricerca farmaceutica e gli esperimenti di terapia cellulare.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!