Premio “Janssen Hi Future!”: il …

Cologno Monzese, 27 sette…

Nuovo studio italiano sulle mala…

[caption id="attachment_4…

[AME]Carcinoma tiroideo: consoli…

Negli ultimi dieci anni s…

Epstein-Barr e Sclerosi multipla…

Uno studio della Fondaz…

Dolore oncologico: serve piu' in…

Presentata un’indagine Do…

Supercellule che rigenerano il c…

Uno studio in collaborazi…

Diete: genetica e biomarcatori p…

Generalizzare anche con l…

I Mondiali di calcio in Brasile:…

Oggi pomeriggio tutti dav…

Ecoendoscopia a Forlì per l'aspo…

[caption id="attachme…

Alzheimer: gli occhi possono ess…

Per mezzo di un semplice …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Pillole per l’ipertensione: la regolarità delle somministrazioni è vitale quanto la stessa assunzione. Dimenticarle espone a ictus e infarti

Le dimenticanze portano a variazioni di pressione che possono aumentare i rischi anche del 40%

Assumere con regolarità i farmaci per il controllo della pressione sanguigna è fondamentale se si vuole proteggere la salute di cuore e arterie. Contrastare l’ipertensione non è infatti importante solo nel lungo termine: secondo uno studio pubblicato su Hypertension da un gruppo di ricercatori dell’Università di Glasgow (Regno Unito) anche le fluttuazioni dei valori di pressione giocano un ruolo fondamentale e dimenticare di assumere le pillole prescritte dal medico aumenta il rischio di infarto e ictus del 40%.

Gli scienziati, guidati da Sandosh Padmanabhan, sono giunti a questa conclusione dopo aver analizzato di dati di più di 14 mila pazienti affetti da ipertensione. Dall’analisi è emerso che, indipendentemente dal valore medio della pressione registrato su lunghi periodi, il rischio di decesso può essere predetto in base all’entità delle variazioni di pressione, che dovrebbe essere mantenuta costante nel tempo.

Le variazioni possono essere scatenate da fattori molto diversi fra loro, come lo stress o il diabete. In alcuni casi, ad esempio quando dipendono da fattori genetici, evitarle può essere difficile. Altre volte, come quando è l’aver dimenticato di assumere i farmaci a provocare l’innalzamento della pressione, tenerle sotto controllo è più semplice e richiede solo un po’ di costanza da parte del paziente.

Non solo, Padmanabhan ha anche sottolineato che “in circostanze in cui le persone hanno a che fare con effetti collaterali causati dalle pillole per la pressione sarebbe meglio assumere una dose inferiore più tollerabile piuttosto che prendere il farmaco una volta sì e una volta no” e che “quando monitorano e trattano l’ipertensione i medici dovrebbero prestare più attenzione alla variabilità della pressione sanguigna”. Questa ricerca “mostra l’importanza di un controllo regolare della pressione sanguigna e, se necessario, di assumere ogni giorno i farmaci prescritti. Anche ridurre i livelli di stress, mantenere basso il proprio peso e il consu

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi