Esercizio fisico: quando è tropp…

Due studi suggeriscono ch…

Contro il papillomavirus, il tes…

[caption id="attachme…

Hiv, informazione e responsabili…

“Più educazione sessuale …

Il ruolo particolare dell'RNA ch…

Identificata una "quinta"…

Botox: usato per curare l'emicra…

[caption id="attachment_1…

Pollini: potrebbero diventare pr…

I pollini, problema annua…

Zanzara tigre: i rischi della pu…

La fastidiosa zanzara tig…

Trapianto di polmone da donatore…

Primo trapianto in Italia…

Alzheimer: diagnosi precoce graz…

I primi sintomi dell'Alz…

La fase III dello studio GALA pu…

Gerusalemme,  Luglio 2013…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Jet lag: lo scatena un ormone, la vasopressina

Anche il jet lag è controllato da un ormone. La sua identità non è affatto sconosciuta: si tratta della vasopressina, la stessa molecola nota per la regolazione dell’attività renale e della pressione sanguigna.


A svelarlo è uno studio pubblicato da Yoshiaki Yamaguchi e colleghi dell’Università di Kyoto (Giappone) sulla rivista Science.

Studiando topi geneticamente modificati in modo da eliminare i recettori per la vasopressina Yamaguchi e colleghi hanno scoperto che in assenza di queste molecole gli animali si riprendono più velocemente dai sintomi del jet lag. Non solo, sopprimendo con inibitori specifici i segnali attivati dalla vasopressina è possibile proteggere gli animali dalla comparsa dei problemi associati al cambiamento di fuso orario.vasopressina

La vasopressina esercita la sua azione a livello del nucleo soprachiasmatico, una regione del cervello in cui agirebbe come una sorta di pendolo in grado di stabilire ritmi precisi all’interno dell’organismo. Per questo quando si viaggia da una parte all’altra del globo può risultare molto difficile adattarsi al nuovo orario.

Il problema potrebbe un giorno essere sconfitto proprio grazie a questa scoperta, che secondo i suoi autori potrebbe aprire la strada alla messa a punto di nuovi farmaci contro il jet lag.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x