Grazie a finanziamenti dall'UE p…

Alcuni ricercatori, parzi…

Esofago di Barret: nuovi studi s…

L'incidenza del tumore ne…

Prosegue il dibattito sulle tema…

All’XI International Bien…

Le strategie segrete dei batteri…

[caption id="attachment_7…

Nutrigenomica: per conoscere ben…

Le intolleranze alime…

Tumore del colon: scoperte molte…

La scoperta potrebbe apri…

Gardasil®: il Comitato Europeo p…

I dati di immunogenicità …

E se fossimo tutti provenienti d…

Secondo nuove prove eme…

La compromissione cerebrale nell…

[caption id="attachment_5…

Cioccolato anti-ictus: quando il…

Il cioccolato non fin…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Helicobacter pylori: il disaccoppiamento dall’uomo scatena l’insorgenza di tumori allo stomaco

Un ”disaccoppiamento evolutivo” tra l’Helicobacter pylori e l’uomo incrementerebbe il rischio di sviluppare cancro allo stomaco.


La notizia, pubblicata nei ”Proceedings of the National Academy of Sciences” e’ basata su uno studio condotto da Pelayo Correa e Scott Williams dello statunitense Vanderbilt University Medical Center in Nashville(Tennessee).  La ricerca e’ partita dall’osservazione che in due villaggi colombiani distanti appena 200 chilometri l’incidenza dei tumori allo stomaco era 25 volte piu’ alta in un caso che nell’altro, 150 casi su 100.000 a Tuquerrese e appena 6 su 100.000 a Tumaco.

Secondo lo studio appena presentato, l’H. pylori ha convissuto con l’uomo fin dalle sue origini africane e si e’ diffuso con esso, ma l’arrivo degli europei in America Latina ha lasciato una parte della popolazione locale con un ceppo del batterio differente da quello co-evoluto con l’uomo, incrementando il rischio che esso possa produrre lesioni cancerose allo stomaco. L’analisi congiunta del genoma del batterio e del suo ospite umano puo’ quindi fornire indicazioni sul rischio soggettivo di sviluppare la malattia.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi