Dopo l'infarto: la mancata riabi…

[caption id="attachment_1…

Epatite C: l'allarme dei microbi…

E' necessaria una campa…

Merck Serono ottiene la certific…

Il CRF Institute ha …

Aprile mese della salute delle o…

Porte aperte in oltre 100…

Smettere di fumare ricorrendo al…

Dire addio alle sigarette…

Organi in provetta partendo da s…

Ricostruire organi interi…

Osservatorioinfluenza.it si rinn…

Una sezione dettagliata s…

Le salamandre ci suggeriranno un…

Specie che vive nei f…

Allergie: nuovo vaccino per le a…

[caption id="attachment_1…

Sedano e prezzemolo possono arre…

Una sostanza contenuta ne…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Helicobacter pylori: il disaccoppiamento dall’uomo scatena l’insorgenza di tumori allo stomaco

Un ”disaccoppiamento evolutivo” tra l’Helicobacter pylori e l’uomo incrementerebbe il rischio di sviluppare cancro allo stomaco.


La notizia, pubblicata nei ”Proceedings of the National Academy of Sciences” e’ basata su uno studio condotto da Pelayo Correa e Scott Williams dello statunitense Vanderbilt University Medical Center in Nashville(Tennessee).  La ricerca e’ partita dall’osservazione che in due villaggi colombiani distanti appena 200 chilometri l’incidenza dei tumori allo stomaco era 25 volte piu’ alta in un caso che nell’altro, 150 casi su 100.000 a Tuquerrese e appena 6 su 100.000 a Tumaco.

Secondo lo studio appena presentato, l’H. pylori ha convissuto con l’uomo fin dalle sue origini africane e si e’ diffuso con esso, ma l’arrivo degli europei in America Latina ha lasciato una parte della popolazione locale con un ceppo del batterio differente da quello co-evoluto con l’uomo, incrementando il rischio che esso possa produrre lesioni cancerose allo stomaco. L’analisi congiunta del genoma del batterio e del suo ospite umano puo’ quindi fornire indicazioni sul rischio soggettivo di sviluppare la malattia.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!