Parkinson: studi su topo con il …

[caption id="attachment_7…

Immuni al virus dell'AIDS: si sc…

Praticamente immuni al vi…

Aspirina: messa a punto quella c…

Una nuova forma di aspiri…

Epilessia: prodotto efficiente a…

L'ezogabina, un farmaco u…

All’Istituto San Carlo open day…

Busto Arsizio (VA), maggi…

Contro la salmonella arriva il p…

Si chiama Bdellovibrio ed…

Teva: completato l'arruolamento …

Gerusalemme, 22 giugno 20…

Medicina: al via la campagna naz…

Lotta al dolore: al via u…

Epilessia, scoperta cura genica…

[caption id="attachme…

AIDS: farmaci antiretrovirali pr…

Una singola dose di farma…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Metodo CEST ottimo per stanare precocemente eventi cardiaci negativi

Una nuova strategia per individuare precocemente eventuali problemi cardiaci e’ stata sviluppata da un team di ricercatori della Perelman School of Medicine della University of Pennsylvania e descritta sulla rivista ‘Nature Medicine’.


Ottimizzando la risonanza magnetica attraverso il monitoraggio e la misurazione dei livelli di creatina e’ possibile, infatti, trovare anomalie e disturbi molto prima e piu’ rapidamente dei metodi diagnostici tradizionali. La creatina e’ un metabolita naturale che aiuta a fornire energia a tutte le cellule attraverso la reazione del creatinchinasi, comprese quelle coinvolte nella contrazione del cuore.200177300-001 Quando il tessuto cardiaco viene danneggiato da un mancato afflusso di sangue, anche nelle primissime fasi, i livelli di creatina scendono.

Sfruttando la risonanza magnetica e il Cest (Chemical exchange saturation transfer – trasferimento chimico di saturazione), il nuovo metodo – che non richiede agenti radioattivi o di contrasto – riesce a risalire con accuratezza ai livelli di creatina su base regionale, permettendo di ricostruire lo stato di salute del cuore.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!