Proteina C, dalle proprietà anti…

La proteina C, gia' nota …

Sclerosi Multipla: l'EMA pronunc…

Il Comitato per i Medicin…

TBC: individuate delle molecole …

Cellule che divorano se s…

Prolasso pelvico: due tecniche c…

Un nuovo studio del Nati…

Scoperta cellula guida del siste…

Un team di ricerca della …

Neuromodulazione, trattamento ch…

36° CONGRESSO NAZIONALE L…

Ebola: medico trattato con ZMapp…

Kent Brantly ha contratto…

Fofi - Alluvione in Liguria e To…

Sono già in viaggio i mez…

Fecondazione: nuovo metodo per i…

Si chiama "Istone H2AX" e…

Trapianto valvola aortica senza …

Si impianta senza punti d…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Quando l’aterosclerosi provoca malattie autoimmuni

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Immunity ha rivelato in che modo l’aterosclerosi, che puo’ portare attacchi di cuore o ictus, puo’ essere legata alle malattie autoimmuni.


Secondo gli scienziati dello University of Texas Health Science Center di Houston, infatti, una molecola che causa aterosclerosi puo’ anche attivare i globuli bianchi, nello specifico le cellule T, che puo’ far peggiorare i sintomi clinici di una malattia auto-immune nei topi.In particolare, i ricercatori hanno scoperto che una molecola chiamata oxLDL, presente in livelli molto elevati nei malati di aterosclerosi, aumenta il numero delle cellule Th17. atherosclerosiI ricercatori, dopo aver esposto i topi a una molecola che causa una malattia autoimmune, hanno scoperto che il trattamento con un agente che inibisce l’attivita’ delle cellule Th17 migliorava i sintomi della malattia. La scoperta rafforza l’ipotesi che una molecola che e’ in grado di causare aterosclerosi puo’ anche attivare le cellule T responsabili dei disordini auto-immuni .

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x