Depressione e livelli ematici di…

Chi soffre di depressione…

Febbre dengue: via libera ai vac…

La multinazionale farmace…

Onde radio sui reni regolano la …

[caption id="attachment_1…

Scoperte le basi genetiche dei d…

Pubblicato sul Cerebral…

Scoperte cellule che causano leu…

[caption id="attachme…

Mens sana in corpore senza fumo:…

Roma, 13 marzo 2014 – Sem…

Fegato in cirrosi rigenerato da …

[caption id="attachment_…

IV CONVEGNO ASSOGENERICI - Gener…

I principali attori della…

Scoperta dell'Università degli S…

L’Enterovirus ha recentem…

HIV: anticorpi rilevabili dalla …

Technorati Profile [ca…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Jogging: anche pochi minuti al giorno riduce eventi cardiovascolari

– Correre anche solo pochi minuti al giorno o a bassa velocita’ puo’ ridurre significativamente il rischio di una persona di morire per malattie cardiovascolari rispetto a chi non fa proprio jogging.


Almeno questo e’ quanto emerso da uno studio della Iowa State University Kinesiology Department in Ames, pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology.  I ricercatori hanno coinvolto 55.137 adulti di eta’ compresa tra i 18 e i 100 anno seguiti per un periodo di 15 anni. Nel periodo di studio sono morti 3.413 partecipanti, tra cui 1.217 per malattie cardiovascolari. Nel campione il 24 per cento ha riferito di correre. Rispetto ai non corridori, quelli che fanno jogging hanno un rischio del 30 per cento piu’ basso di morire per tutte le cause e del 45 per cento piu’ basso di morire per malattie cardiache o ictus.

Inoltre, i corridori hanno vissuto in media 3 anni piu’ a lungo. In particolare, i partecipanti che correvano meno di 51 minuti, a bassa velocita’, anche solo 1 o due volte a settimana avevano un rischio inferiore di morire.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi