Alte dosi di vitamina D per un r…

Alte dosi di vitamina D …

Aspirina e tachipirina: i più ve…

Tachipirina e aspirina gu…

La scoperta italiana che correla…

[caption id="attachment_5…

Il Senato approva il DdL Lorenzi…

Roma, 24 maggio 2016 – “V…

Sclerosi Multipla e benefici del…

"E' anticostituzionale c…

La melatonina potrebbe abbassare…

La melatonina potrebbe ab…

Donne obese: maggiori rischi di …

Le donne obese corrono un…

DARUNAVIR Q.D. E’ STATO APPROVAT…

La monosomministrazione g…

Un batterio controllato da genom…

[caption id="attachment_7…

Dengue: zanzare modificate per c…

Scienziati australiani ha…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Jogging: anche pochi minuti al giorno riduce eventi cardiovascolari

– Correre anche solo pochi minuti al giorno o a bassa velocita’ puo’ ridurre significativamente il rischio di una persona di morire per malattie cardiovascolari rispetto a chi non fa proprio jogging.


Almeno questo e’ quanto emerso da uno studio della Iowa State University Kinesiology Department in Ames, pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology.  I ricercatori hanno coinvolto 55.137 adulti di eta’ compresa tra i 18 e i 100 anno seguiti per un periodo di 15 anni. Nel periodo di studio sono morti 3.413 partecipanti, tra cui 1.217 per malattie cardiovascolari. Nel campione il 24 per cento ha riferito di correre. Rispetto ai non corridori, quelli che fanno jogging hanno un rischio del 30 per cento piu’ basso di morire per tutte le cause e del 45 per cento piu’ basso di morire per malattie cardiache o ictus.

Inoltre, i corridori hanno vissuto in media 3 anni piu’ a lungo. In particolare, i partecipanti che correvano meno di 51 minuti, a bassa velocita’, anche solo 1 o due volte a settimana avevano un rischio inferiore di morire.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x