Obesità: per prevenirla dedicare…

Per dimagrire non e' nece…

Cancro alla prostata: il ruolo d…

E' un enzima a determinar…

Mal di testa, l’Italia allo spec…

· L’indagine Doxa Marketi…

Tumore colon retto: bassa l'ades…

TUMORE DEL COLON RETTO:…

Cervello: individuata area deput…

Scienziati americani hann…

Vitamina D, i raggi ultraviolett…

I raggi ultravioletti po…

FIBRE ALIMENTARI “Un prezioso al…

Roma,  giugno 2013. Al 73…

Fumo in macchina: polveri sottil…

Una sigaretta in più, pro…

Neurogenesi: fa spazio tra le ce…

E' la nascita di nuovi ne…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Sigarette elettroniche: meno dannose delle ‘bionde classiche’

Le sigarette elettroniche sono meno dannose rispetto alle ‘bionde’ tradizionali. A fotografare gli effetti delle due modalità di fumare è un’analisi delle ricerche scientifiche disponibili, pubblicata a sua volta sulla rivista ‘Addiction’ a firma di esperti della Queen Mary University di Londra. Gli scienziati sostengono che sostituire le sigarette con le ‘e-cig’ potrebbe ridurre le morti legate al fumo, anche se gli effetti a lungo termine rimangono sconosciuti.

Il team ha esaminato 81 studi precedenti concentrandosi sulla sicurezza, sulle sostanze chimiche presenti nei liquidi e sull’utilizzo tra i fumatori e i non fumatori. Gli scienziati dicono che i rischi, per chi usa le ‘e-cig’ e per chi respira il loro ‘vapore passivo’, sono minori rispetto a quelli legati al fumo di sigaretta, ma gli effetti sulle persone con problemi respiratori non sono pienamente compresi. Anche se le sigarette elettroniche contengono alcune delle tossine del fumo di tabacco – aggiungono – i livelli sono molto più bassi.e-cig Infine, l’analisi suggerisce che passare alle sigarette elettroniche può aiutare i fumatori a smettere di fumare ‘bionde’ normali o a ridurne il consumo.

“Questa non è la lista definitiva dei rischi – avverte Peter Hajek della Queen Mary University di Londra – ne potrebbero emergere altri. Ma le autorità regolatorie devono essere consapevoli che paralizzare il mercato delle sigarette elettroniche potrebbero ridurre l’accesso a prodotti che potrebbero salvare delle vite”.

I ricercatori suggeriscono infine che questi dispositivi dovrebbero essere sottoposti a norme meno rigorose rispetto a quelle del tabacco, ma allo stesso tempo avvertono che incoraggiare il loro uso senza prove robuste di sicurezza è quantomeno “avventato”.

Archivi