Le carni bianche che mettono a r…

[caption id="attachment_5…

Melone amaro: 'in vitro' l'estra…

[caption id="attachment_6…

La chiave della 'speciazione' e'…

[caption id="attachment_7…

DOMANI presentazione Salvamammeb…

Mercoledì 4 giugno confer…

nano-sonde in grado di localizza…

[caption id="attachment_5…

Svizzera, primo intervento al ce…

[caption id="attachment_1…

Terapia genica per contrastare l…

[caption id="attachme…

Giornata Mondiale del Sonno: è d…

Abano Terme, 14 Marzo 201…

Bullismo e CyberBullismo: due fe…

Roma, 27 marzo 2013–Bulli…

Cellule programmate per curare i…

Scienziati trovano il…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

MELANOMA: LA MOLECOLA CHE ATTACCA LE CELLULE TUMORALI

Melanoma e sviluppi

Melanoma e sviluppi

(AGI) – Basilea, 1 giu. – Sintetizzata una molecola che contrasta con efficacia il melanoma avanzato. Come comunica la casa farmaceutica Roche, speranze per contrastare il tumore della pelle vengono dai risultati di uno studio di fase I su PLX4032 (R7204), un nuovo trattamento altamente selettivo per i pazienti affetti da melanoma avanzato. Questa molecola agisce bersagliando e distruggendo le cellule tumorali portatrici della mutazione Braf.

Il Braf e’ un importante mediatore della crescita e della divisione cellulare, ma quando subisce una mutazione diventa causa del 60% dei casi di melanoma, la forma piu’ mortale di tumore della pelle, e dell’8% circa di tutti i tumori solidi. La potenza e la selettivita’ di PLX4032, secondo le ricerche, dovrebbero tramutarsi in un trattamento efficace e ben tollerato. I pazienti trattati con PLX4032 sono vissuti per una media di almeno sei mesi senza peggioramento della malattia e hanno beneficiato di una riduzione delle dimensioni del tumore; tale risultato e’ stato osservato anche in pazienti in cui il tumore si era diffuso nel fegato, nei polmoni e nelle ossa.

Storicamente, i pazienti affetti da melanoma metastatico vivono meno di due mesi prima che la malattia progredisca. Dopo questi primi risultati positivi, la Roche ed il partner Plexxikon valuteranno l’attivita’ di PLX4032 in sperimentazioni piu’ ampie in vista di un possibile iter di registrazione a partire dalla seconda meta’ dell’anno. Se i risultati saranno positivi, la molecola dovrebbe essere lanciata insieme ad un test diagnostico tessutale, un ulteriore progresso verso la personalizzazione delle terapie anti-cancro. Le due aziende, legate da una solida partnership, stanno co-sviluppando PLX4032 per un potenziale impiego nei tumori esprimenti la mutazione Braf.


Inoltre, stanno co-sviluppando il test diagnostico per selezionare i pazienti positivi alla mutazione da inserire nelle sperimentazioni cliniche e, in ultima analisi, per ricevere il trattamento a base di PLX4032. Il melanoma e’ il tumore della pelle piu’ grave, con circa 160mila nuovi casi diagnosticati ogni anno nel mondo. Il melanoma e’ curabile se diagnosticato precocemente ma i pazienti con malattia metastatica raramente guariscono con i trattamenti disponibili.
Solamente una piccola percentuale (<2%) sopravvive piu’ di 2 anni dopo che le metastasi sistemiche diventano evidenti.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi