Cinque anni di Legge 38: più luc…

Roma, 13 Marzo 2015 – “Le…

Glicemia: nuovo sistema per misu…

Le persone ammalate di di…

29 OTTOBRE 2009: V GIORNATA MOND…

Annunciato da Alice I…

Dal liquido amniotico cellule st…

Uno studio pubblicato su…

Sclerosi Multipla: attesi i risu…

La ricerca sulla sclerosi…

Le opinioni altrui hanno un'infl…

Anche se a tutti piace pe…

Epatite C: al vaglio dell'EMA l'…

Bristol-Myers Squibb ha a…

Cannabis legalizzata: ma in Colo…

In Colorado la proporzion…

Biotecnologie dedicate al "sorri…

Secondo un vecchio detto,…

Nuova terapia contro obesità e d…

Due professori credon…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Spermatozoi artificiali da cellule staminali

Sviluppati dalle cellule staminali

La scoperta viene dall’Inghilterra: ricercatori di Newcastle hanno utilizzato delle cellule staminali maschili per sviluppare degli spermatozoi in laboratorio simili a quelli umani. “Sono identici a quelli naturali. Potranno aiutarci nel comprendere i problemi di infertilità maschile e curarla”, ha spiegato uno scienziato. Gli spermatozoi in provetta per ora sembrano godere di buona salute ma si aspettano altri test.

“Abbiamo usato staminali maschili, che abbiamo convertito, grazie a sostanze chimiche, in spermatociti aploidi con soli 23 cromosomi”, racconta Karim Neyernia, ricercatore a capo dello studio pubblicato su Stem Cells and Development. Gli spermatociti si sono poi sviluppati in spermatozoi maturi. “Sono identici a quelli naturali. Potranno aiutarci nel comprendere i problemi di infertilità maschile”. Un’affermazione, questa, che per altri ricercatori deve essere confermata.


“Ci vogliono più prove prima di dire una cosa del genere”, ha detto Robin Lovell-Badge, esperto in spermatozoi del National Institute for Medical Research di Londra. “Alcuni degli spermatozoi artificiali sviluppati hanno una coda e riescono a nuotare. Questo non vuol dire che siano in buona salute o che siano un sostituto perfetto degli spermatozoi umani. Prima di impiegarli in qualche test, dobbiamo esserne sicuri”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!