PSA e tumore alla prostata: occh…

Ogni anno in Italia si re…

Cancro: scienziati trovano come …

Gli scienziati trovano il…

Demenza frontotemporale: la muta…

C'è un difetto nelle vie …

Dormire meno di sei ore a notte,…

Dormire meno di 6 ore aum…

Il #Parkinson 'in vitro'

Riprodotte in laboratorio…

Sordita': danno ossidativo causa…

La perdita dell'udito che…

Un vaccino contro un'infezione m…

Un nuovo vaccino potrebbe…

Cervello: mappata la rete neural…

Le mappe complete di esp…

Giornata Mondiale del Diabete: u…

Ci si avvia verso i 5 m…

Giornata mondiale dell'autismo: …

''Gli autistici sono per…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Capperi scudo anti-allergia, alternativa reale ai farmaci antistaminici

Il cappero in aiuto di chi soffre delle più comuni allergie. L’alternativa naturale ai farmaci antistamici arriva da uno dei prodotti ‘cult’ della dieta mediterranea, il Capparis spinosa.capperi A rivelarlo è uno studio dell’università di Catania condotto dal farmacologo Francesco Bonina, che ha coordinato gli studi sul principio attivo contenuto nei boccioli floreali. I ricercatori hanno evidenziato che gli estratti della pianta sono efficaci nel combattere diverse forme di allergia. Il passo successivo è stato quello di formulare e testare un prodotto a base di Capparis spinosa in combinazione sinergica con altri principi attivi noti per le loro proprietà antistaminiche, quali per esempio: il Ribes nigrum, le foglie d’olivo e la radice di liquirizia.

“Il ‘mix’ oltre a dimostrarsi efficace nel sostenere le difese immunitarie e nel favorire la funzionalità delle vie respiratorie – avvertono gli scienziati – diminuisce i sintomi provocati dai più comuni allergeni, quali pollini, polvere, alimenti e agenti chimici, rendendosi un valido aiuto non solo nella fase acuta ma anche nella prevenzione della risposta allergica”.

Il cappero appartiene alla famiglia delle Capparidaceae ed è originario delle regioni africane ed è stato diffuso intorno al XVI secolo dagli arabi in Asia e in Europa. Trovando un zona particolarmente fertile nell’isola di Pantelleria grazie alla predisposizione di questa pianta a crescere anche in condizioni climatiche difficili, con temperature elevate, vento forte, aridità totale.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!