Alzheimer e memoria semantica: l…

[caption id="attachment_1…

La qualità del sonno migliora co…

Un nuovo studio statunit…

Alzheimer: funziona la prevenzio…

La somministrazione prolu…

Protesi neuromuscolari: possibil…

L'intenzione di movimento…

Arrivano gli stent per i restrin…

Buone notizie per i pazie…

Osservatorioinfluenza.it si rinn…

Una sezione dettagliata s…

Dal colesterolo una speranza con…

[caption id="attachm…

Sindrome di Marfan: un 'paziente…

Si deve alla 'testardaggi…

"L'ho già visto!" - Scienziati s…

Il suono di una voce che …

SLA: un errore nella formazione …

Un errore nella formazion…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Depressione: scoperto un legame con la cattiva comunicazione dei neuroni

Un nuovo studio della University of Maryland School of Medicine ha mostrato che la depressione affonda le sue radici in una cattiva comunicazione fra le cellule del cervello. serotoninaLo studio, pubblicato su Nature Neuroscience, affronta anche il ruolo della serotonina nella depressione e apre nuove possibilita’ alle nuove terapie. La ricerca suggerisce che la depressione deriva da un disturbo nella capacita’ che hanno i neuroni di comunicare gli uni con gli altri. Gli scienziati, invece di focalizzarsi sui livelli di sostanze chimiche del cervello come la serotonina, si sono concentrati sulla trasmissione di segnali eccitatori fra le cellule che diventano anormali nei depressi. I ricercatori, conducendo esperimenti sui topi e poi analizzando i cervelli, hanno scoperto che le situazioni di stress non alterano i livelli di serotonina, facendoli risultare anomali nei topi depressi: piuttosto, alterano il modo in cui le connessioni eccitatori rispondono all’azione di amplificazione di trasmissione del segnale svolta della serotonina.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!