Tumore al pancreas: è italiana l…

[caption id="attachme…

Uova in gestazione, prevengono d…

L’assunzione di colina, l…

Autismo: metà cause genetiche, m…

La ricerca del Karolinska…

Tacchi alti: il dolore alle arti…

In dieci anni e' piu' ch…

Tumore da esposizione all'amiant…

La nuova metodica ovviere…

Cellule staminali: il segreto de…

Svelato il segreto ch…

Obesità: per prevenirla dedicare…

Per dimagrire non e' nece…

Dimostrata la connessione tra la…

[caption id="attachme…

Sclerosi multipla e il futuro ne…

Nel convegno mondiale Acr…

Epidemia da meningite fungina: n…

Diagnosticati nelle ultim…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Vitiligine: una proteina geneticamente modificata dimostra la sua efficacia

Arriva una nuova speranza di trattamento per chi soffre di vitiligine. Una ricerca della Loyola University Chicago ha sviluppato una proteina geneticamente modificata che annulla drasticamente gli effetti della malattia della pelle nei topi e sembra riuscire a ottenere risposte immunitarie analoghe sui campioni di cute umana.proteina_HSP70i La proteina modificata e’ potenzialmente il primo trattamento decisivo contro la vitiligine che causa antiestetiche chiazze bianche sul volto, sulle mani e su altre parti del corpo in contrasto con il colore naturale della pelle. Lo studio e’ stato descritto su ‘Science Translational Medicine’. L’universita’ statunitense ha presentato una domanda di brevetto per la proteina ed e’ in attesa dell’approvazione normativa e dei finanziamenti per poter passare alla fase di sperimentazione clinica sull’uomo. La vitiligine colpisce circa una persona ogni duecento al mondo.


Si tratta di una malattia autoimmune, in cui il sistema immunitario uccide le cellule pigmentate che danno alla pelle il suo colore. La proteina geneticamente modificata dal team statunitense e’ l’HSP70i e ha rivelato effetti sorprendenti sui topi: i roditori ammalati di vitiligine che mostravano una pelliccia a chiazze bianco-grigie dopo essere stati vaccinati con la variante di HSP70i hanno “sfoggiato” un pelo nerissimo e normale. Una scoperta notevole dato che attualmente non esistono terapie risolutive della malattia ma solo creme e strategie abbronzanti che restituiscono parzialmente il colore originale della pelle.

3
Lascia una recensione

avatar
3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
3 Comment authors
Gianlucacinziaalessio Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
alessio
Ospite
alessio

e quando arriverà in italia ?

cinzia
Ospite
cinzia

magari è una scoperta notevole io ho un bambino di 12 anni affetto da vitiligine li ho provati tutte ma senza risultati

Gianluca
Ospite

Mi fa piacere sapere che la ricerca continua ad andare avanti contro questa malattia. Io ne ho sofferto per molti anni poi finalmente sono riuscita a sconfiggerla usando un metodo naturale. Se può interessare a qualcuno questo è il sito di riferimento: http://www.soluzionepervitiligine.it

Archivi