Prezzo basso per il sequenziamen…

[caption id="attachme…

Scoperti nuovi marcatori genetic…

[caption id="attachme…

Risolta la struttura del coleste…

La struttura del colester…

Malaria: nuova tecnica per preve…

Una nuova tecnica di prec…

Tumori e alimentazione: le propr…

[caption id="attachment_5…

Nuovi biomarcatori per una diagn…

[caption id="attachment_7…

L'ormone ossitocina: stimola l'a…

L'ossitocina, ormone resp…

CANCRO: LA "METFORMINA" RIVOLUZI…

[caption id="attachment_1…

Cancro: nuove varianti genetiche…

Una maxi ricerca intern…

(Salute 24) Ipertiroidismo o ipo…

Estate, una stagione …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Trapianto rene: un semplice test delle urine prevede rigetto organo


Un semplice test delle urine sara’ in grado di prevedere e diagnosticare il rigetto di trapianto del rene. Il progetto nasce da uno studio clinico promosso dall’Istituto Nazionale di Allergie e Malattie Infettive (NIAID) negli Stati Uniti che punta sul rilevamento di tre biomarker nei campioni di urina dei trapiantati, un’alternativa non invasiva alla tradizionale biopsia renale attraverso la quale i medici rimuovono un piccolo frammento di tessuto renale per identificare eventuali danni e risposte negative dell’organo.  I risultati della ricerca sono stati presentati sul New England Journal of Medicine. I biomarcatori considerati sono due molecole di RNA messaggero che codificano proteine del sistema immunitario coinvolte nel rigetto del trapianto e una molecola di RNA non codificante che partecipa alla produzione di proteine. “Lo sviluppo di un test diagnostico da effettuare a tre giorni dopo l’intervento chirurgico – ha spiegato Anthony S. Fauci, direttore del NIAID – costituisce un importante traguardo per valutare in tempi rapidi e senza eccessive complicazioni per l’assistito le sue risposte al trapianto”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!