Tumori: tecnologia innovativa pe…

Ricercatori finanziati da…

Beta-talassemia: la terapia gen…

[caption id="attachment_8…

A Capri una due giorni di confro…

In Italia allo stato at…

L'importanza del DNA in 3D

Una nuova tecnica messa a…

Trattamento del pene curvo con c…

FIRENZE, 2017 – Sono stat…

Il 9 febbraio si celebra la 1° G…

Roma, 6 febbraio 2015 – I…

Sei stato allattato al seno? Far…

Lo sostiene uno studio in…

Neuroni e sovrappeso: ecco l'ord…

[caption id="attachme…

Meningite: l'EMA autorizza il va…

L'Agenzia europea del far…

Tumori ossei: nei bambini la spe…

Utilizzare cellule stamin…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumore alla prostata: recidiva causata da instabilità di cromosomi

La valutazione dettagliata della biopsia in caso di cancro alla prostata potrebbe predire l’esito della radioterapia guidata dalle immagini (Igrt) oppure dell’intervento chirurgico, secondo una ricerca presentata al 55esimo meeting annuale della American Society for Radiation Oncology.


I risultati dello studio della University of Toronto indicano che i pazienti che presentano un’instabilita’ in alcuni siti dei cromosomi che sono sensibili al danno del Dna hanno una maggiore probabilita’ di veder tornare il cancro.prostate-cancer
L’instabilita’, in particolare, sarebbe a carico del Dna delle cellule, un fenomeno particolarmente associato al cancro. Nello studio, gli scienziati hanno esaminato gli esiti di 280 pazienti con cancro alla prostata, analizzando le ‘impronte digitali’ del Dna del tumore di ogni paziente, mediante biopsia, per determinare se il numero di alterazioni nel gene copiato poteva essere correlato a una risposta meno positiva al trattamento.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!