AIDS: antivirale che protegge i …

Un farmaco antivirale…

Cancro alla gola: due terzi per …

Due nuovi studi support…

Position Paper Europeo: il Dolo…

Una piattaforma internazi…

Un articolo pubblicato sulla riv…

[caption id="attachme…

Il 'bilinguismo' dei neuroni dop…

I neuroni dopaminergici u…

Ulcere diabetiche: tecnica itali…

Arriva da Napoli una nuov…

Sonnifero aumenta rischio mortal…

Un sonnifero molto utiliz…

Cure palliative “oltre” i luoghi…

Oltre 3.000, ogni anno, i…

Presentati a Camposampiero due i…

[caption id="attachment_3…

Meno rischi di fratture ossee pe…

Le donne di colore o asia…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumore dello stomaco: dalla duplicazione del DNA delle cellule si individua grado aggressività

Una duplicazione accidentale nel Dna delle cellule del tumore dell’intestino e’ un buon indice della sua aggressivita’, e puo’ aiutare i medici a decidere che tipo di trattamento adottare.


Lo afferma uno studio pubblicato sulla rivista ‘Cancer Discovery’ del centro ricerche Cancer Research UK. Nello studio, durato due anni, i ricercatori hanno cresciuto in laboratorio delle cellule tumorali normali insieme a delle cellule in cui il Dna era duplicato, un evento che puo’ accadere in vivo quando ci sono problemi nella replicazione. cancro_stomacoLe cellule con il genoma doppio si sono rivelate piu’ instabili e piu’ suscettibili di accumulare ulteriori danni, un processo che aumenta la resistenza alle terapie. Il risultato e’ stato confermato su 500 pazienti con tumore all’intestino.
“Identificare fin dall’inizio i tumori con le cellule mutate puo’ servire a predire l’andamento – spiegano gli autori – e quindi a scegliere trattamenti aggressivi per evitare la diffusione”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!