Questione Bayer: i sensazionali…

Già un anno fa l’Ema e l’…

Radicali liberi: i nemici del si…

I radicali liberi attacca…

SItI e Sanofi Pasteur MSD: partn…

Due giorni di formazion…

Gravidanza breve se preceduta da…

La durata di una gravida…

Asma: quanto incide il rapido sv…

I neonati che crescono pi…

Elisir di lunga vita? Alimentazi…

Nessun ingrediente miraco…

Rigenerazione tessuti cardiaci d…

Saranno consegnati a Ot…

Oppio altera centri cerebrali di…

L'uso dell'oppio altera l…

Sindrome di Sjogren: idrossiclor…

I pazienti affetti dalla …

Diabete e obesità: trovati gli e…

Inibire l'azione di alcun…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Infiammazioni intestinali: più frequenti negli adulti se da bambini non hanno ricevuto gli anticorpi del latte materno

Non ricevere un tipo di anticorpo derivato dal latte materno potrebbe portare a sviluppare una ridotta protezione contro l’infiammazione intestinale durante l’eta’ adulta.


Almeno questo e’ cio’ che ha scoperto, sui topi, un gruppo di studiosi della University of Kentucky, a quanto si legge nello studio pubblicato su Pnas. cellule_intestinoPrecedenti studi hanno svelato che gli anticorpi SIgA, derivati dal latte materno, possono influenzare la composizione dei batteri intestinali dei lattanti, conferendo protezione immunitaria all’inizio della vita.

Ora, gli scienziati riportano che la precoce esposizione dei topi neonati al SIgA nel latte materno e’ stata associata con un aumento della protezione contro batteri come il patogeno opportunistico Ochrobactrum anthropi, che puo’ causare shock settico. Inoltre, i topi privati di SIgA durante il periodo neonatale mostravano una composizione dei microbi intestinali alterata e un alterato pattern di espressione genica piu’ tardi nella vita.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!